A Milano il primo cinema ristorante d’Italia

Presto sarà possibile vedere i film nelle sale cinematografiche stando comodamente seduti a tavola

image

Film e buona cucina, un connubio storico, ma diventato originale ed ingegnoso grazie ad un progetto che a Milano darà vita al primo cinema ristorante d’Italia. Tutto questo sarà l’Anteo, una delle sale cinematografiche storiche della città, destinata a diventare un vero e proprio palazzo del cinema. Tale iniziativa prevede l’ampliamento degli spazi della struttura per un totale di oltre 5 mila metri quadrati, concessi dal comune.

Cinema-744x445Il progetto, presentato a Palazzo Marino, prevede 10 sale, 6 in più di quelle attuali, un caffè letterario, un sushi bar, due arene stive per il cinema all’aperto e, infine, la punta di diamante del progetto: una sala cinema dotata di 20 posti con servizio ristorante. Si tratta di uno spazio dove sarà possibile cenare seduti a tavola e guardare i migliori film del grande schermo.

I lavori per la realizzazione del palazzo del cinema partiranno a fine giugno e dovrebbero concludersi a settembre del 2017. Stando a quanto riportato da La Repubblica, alcuni degli spazi destinati all’ampliamento dell’Anteo, saranno quelli della scuola che si trova nello stesso palazzo e gli spogliatoi della polizia locale.

La concessione è regolata da un contratto di 28 anni, con un canone di locazione di 180 mila euro per i primi tre anni e di 245 mila euro per gli anni successivi per un investimento di 4 milioni di euro. A fare da traino riguardo quest’iniziativa dal carattere innovativo sono la Germania e l’America, in particolare Berlino e Chicago, dove già da diverso tempo sono diffusi i locali in cui è abituale consumare pasti e godersi la visione dei film sul grande schermo.

cinema-anteo-milano-2Tuttavia l’Italia non è del tutto nuova ad esperimenti di questo tipo, infatti è stato realizzato un progetto simile, lo scorso dicembre 2015, con il cinema teatro Hart di Napoli,  esempio di come stia iniziando a cambiare il concetto di sala cinematografica e il modo di fruire i film. Vicino ad ogni poltrona sono collocati un poggiapiedi e un tavolino con un lume per appoggiare il cibo. Ma non finisce in qui: per godersi il film nel modo più comodo possibile sono stati disposti dei letti in prima fila. Anche in questo caso l’obiettivo è ricreare una certa atmosfera casalinga, l’ideale per godersi il film prescelto. La differenza con l’Anteo è che quest’ultimo unisce il cinema alla buona cucina, in un modo originale di concepire l’intrattenimento. Inoltre, in fatto di spazi e dimensioni, il progetto milanese si prefissa un obiettivo molto ambizioso.

Finalmente, anche in Italia, potremmo usufruire di quest’innovativa idea che unisce la settima arte al piacere della gola.

large

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *