A Catania il convegno provinciale dell’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia

AIIG – sez. Provinciale CT-SR 
Convegno dell’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia. 
Interdisciplinarietà nel ruolo della Geografia per conoscere e valorizzare il territorio. 

Da sx.: i proff.: A.Arangio, Elena Di Blasi (Presidente), Antonio Danese, presidente della sez.  CT-SR e Paola Pepe, Presidente AIIG della sez  Sicilia Occidentale

Mercoledì 6 maggio 2015, presso l’
Istituto Tecnico Industriale “Archimede” di Catania (Viale Regina Margherita, 22) si è svolta l’assemblea dei soci dell’AIIG – Catania-Siracusa (Associazione Italiana Insegnanti di Geografia).
Hanno partecipato la Prof.
Elena Di Blasi, presidente regionale dell’AIIG Sicilia e Professore Associato dell’Università di Messina, che ha presieduto i lavori, il Prof. Antonio Danese, presidente dell’AIIG Catania-Siracusa e docente dell’Archimede, il Prof. Leonardo Mercatanti, vicepresidente dell’AIIG Sicilia e Ricercatore dell’Università di Palermo, la Prof. Paola Pepe, presidente dell’AIIG – Sicilia Occidentale, il Prof. Claudio Gambino, consigliere AIIG per l’organizzazione e il coordinamento di convegni ed eventi culturali e Ricercatore dell’Università Kore di Enna, e il Prof. Alessandro Arangio, consigliere AIIG per i rapporti con le università e Ricercatore dell’Università di Messina, la Prof.ssa Nancy Messina, segretaria AIIG e docente di ruolo nella scuola primaria, il Dirigente Scolastico dell’I.T.I. Archimede, Prof. Daniela Vetri, che ha portato a tutti i partecipanti il saluto dell’Istituto.
Ha preso parte all’incontro un’ampia platea di docenti non solo di geografia, ma anche di altre discipline, nell’ottica dell’interdisciplinarietà.
Si è discusso del ruolo della geografia, quale strumento di conoscenza e valorizzazione del territorio.
Il presidente dell’AIIG Sicilia, Prof.
Elena Di Blasi ha più volte sottolineato il carattere dinamico di una disciplina che non deve semplicemente descrivere quadri ambientali erroneamente percepiti come immutabili, ma narrare un mondo in continua trasformazione. Per questo la geografia va studiata non solo sui testi, indispensabili strumenti d’apprendimento, ma con il  supporto delle nuove tecnologie e soprattutto attraverso la conoscenza diretta dei luoghi, l’osservazione del territorio in quanto spazio fisico e sociale. La Prof. Di Blasi ha, inoltre, evidenziato lo stretto legame che unisce geografia e turismo.
La valorizzazione turistica di una regione, infatti,  non può prescindere dalla conoscenza del territorio e dalla comprensione delle logiche territoriali. Il Prof. Danese ha, invece, puntualizzato l’importanza dell’interdisciplinarietà nello studio delle dinamiche spaziali, invitando storici, storici dell’arte, demografi, linguisti a prendere la parola e moderando ottimamente un interessante dibattito. La discussione ha riguardato anche aspetti e problemi della didattica della geografia dalla scuola primaria all’Università.
Al termine dei lavori  tutti i presenti hanno espresso parere positivo sulle linee programmatiche indicate dal neo Direttivo Regionale AIIG – Sicilia auspicando che possa costituire un importante osservatorio territoriale, un serbatoio di idee e di interessanti iniziative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *