Ma Musica Arte e il funky pop dei Dirotta su Cuba

Ma di Catania, venerdì 17 marzo, sul palco suoneranno i Dirotta su Cuba. Un’occasione per riascoltare l’acid jazz e il funky della band fiorentina.

Dirotta su Cuba

Come ogni week end che si rispetti, continuano al Ma Musica Arte, il club di via Vela a Catania, i venerdì firmati Fun or Nothing, all’interno di una stagione ricca di novità entusiasmanti, concerti di livello in teatro, dj set originali in sala disco (il Ma vanta la collaborazione con le migliori performer e vocalist d’Italia), live di prestigio ed eventi di ogni genere.

Venerdì 17 marzo sul palco del teatro suoneranno i Dirotta su Cuba. Un’occasione per riascoltare l’acid jazz e il funky della band fiorentina, nata nel 1989, conosciuta dal grande pubblico per canzoni ormai immortali come “Gelosia”, “Dove sei?”, “È andata così” e “Liberi di, liberi da”. La band ritorna con grandissimo piacere a calcare il palco del Ma di Catania, dopo un fortunatissimo concerto di qualche anno fa. Il gruppo toscano, formato da Simona Bencini, Rossano Gentili e Stefano De Donato, presenterà il nuovo disco che resta sospeso tra funky e groove ed è condito da suggestivi duetti che lo rendono ancora più seducente. “Studio sessions Volume 1”, questo il titolo dell’album, è una rivisitazione di alcune hit di successo, come “Gelosia” e “Liberi di, liberi da”, alle quali sono state affiancate nuovi brani, come lo strumentale “Dancing machine”, raffinata rilettura del pezzo dei Jackson 5 del 1974. Il nuovo disco, prodotto da FepGroup-Warner music, vede il grande ritorno della formazione originale, formata dalla incontenibile vocalist Simona Bencini, da Stefano De Donato e Rossano Gentili. Si tratta di un tributo al primo disco “Dirotta su Cuba” del 1995, ma con arrangiamenti innovativi e arricchito da collaborazioni importanti come Mario Biondi, Neri per Caso, Fabrizio Bosso, Gegè Telesforo, Bengi, Federico Malaman, Max Mbassado’, Riccardo Onori. Oltre alle nove tracce-tributo, il lavoro contiene tre brani inediti, tra cui il nuovo singolo “Sei tutto quello che non ho”. Arrangiamenti e tonalità, che sono ispirati alle storiche performance live della band, rendono il sound più energico.
Subito dopo il concerto, spazio alla musica disco nelle zone diverse del locale. Come ogni venerdì la squadra dei resident dj’s di Fun or Nothing è formata da Mariagrazia Vinciguerra, Frea Gerbò, Fabio Cocuzza e Marco Zappalà, video mapping di Vjkar, percussioni live di Marco Selvaggio, che suoneranno nello spazio Futurist Club; nella Klub Haus suoneranno i dj’s Fabrizio Serio e Antonio Oliva. Guest alla voce Marica Rotondo che si avvale delle sue doti canore (e non solo delle sue capacità di intrattenimento) per creare uno stile cucito su sé stessa che negli anni l’ha portata a spiccare tra le vocalist più ricercate d’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *