Serie B, botti di mercato con sguardo alla A

Frosinone e Verona puntellano la squadra, Bari, Spal e Ternana prendono grandi attaccanti, il Trapani rivoluziona. Tutti pronti al rush finale.

robert_acquafresca

Fischio finale per la sessione invernale di calciomercato anche in Serie B. Il sogno promozione (per via diretta o play-off) ha fatto sì che molte squadre si rinforzassero piazzando colpi importanti in vista degli ultimi mesi di campionato anche nell’ultimo giorno utile per i trasferimenti. Lo sa bene il Bari che ha piazzato ben 4 colpi nelle ultime ore di mercato: in Puglia arrivano Raicevic (al Vicenza De Luca e Doumbia), Galano, Greco e Offredi (che prende il posto di Ichazo tornato in Uruguay). Intrigo invece al Benevento: la compagine campana sembrava avere in mano Tonev ma, a causa del ripensamento del bulgaro, ha infine dovuto virare su Viola del Novara che a sua volta ha preso Cinelli dal Cesena. I bianconeri non sono rimasti a guardare e hanno coperto il vuoto prelevando Crimi e Donkor.

Botti pre-chiusura anche per la Ternana: gli umbri si assicurano l’esterno Rossi dal Brescia e soprattutto Acquafresca, appena svincolatosi dal Bologna. Sempre in attacco il Latina ha chiuso per De Giorgio dal Crotone e il Carpi ha preso Carletti dalla Pergolettese (i biancorossi hanno prelevato in prestito anche due giovani scuola Roma e cioè D’Urso e Seck). Il Frosinone fa valere la propria posizione in classifica anche in chiave mercato portando a casa Besea (Modena) e soprattutto Terranova (Sassuolo). Mentre la Spal aspettava Lodi (nulla da fare), l’Entella ha bruciato gli emiliani per Pecorini dell’Ascoli. I bianconeri dal canto loro optano per due giovani talenti, Bentivegna (Palermo) e Quaranta (Olbia). Squilli finali anche per il Pisa che ha preso Giani dall’Empoli e Avellino che copre il ruolo di terzino con Solerio (Giana). La Pro Vercelli riprende Starita dalla Fidelis Andria e svincola Budel, già obiettivo di numerose squadre di Lega Pro.

Nel complesso è stato un mercato molto ricco, sintomo di un campionato molto equilibrato con diverse squadre che strizzano l’occhio al salto di categoria. “Colpi da A” soprattutto in attacco perché Acquafresca che firma con la Ternana non è l’unica punta che decide di scendere in serie cadetta: sempre gli umbri avevano già preso Monachello (fino alla scorsa stagione in A con l’Atalanta) dal Bari che a sua volta è riuscito a portare a casa Floro Flores, mentre la Spal si assicurava un altro volto storico della serie A e cioè Floccari. Verona e Frosinone si sono rinforzate per provare a centrare la promozione diretta: se i ciociari hanno piazzato dei buoni colpi anche nelle ore finali che si vanno ad aggiungere a giocatori del calibro di Maiello e Krajnc già presi nel corso della sessione, i gialloblu hanno il proprio fiore all’occhiello di questa finestra invernale in Zuculini. Il Bari sembra essere la squadra che si sia mossa meglio sul mercato visto che, oltre alle quattro operazioni prima del gong finale, aveva già compiuto diverso operazioni riuscendo anche ad assicurarsi giocatori di esperienza come Parigini (Torino) e Morleo (Bologna).

Viste le cattive acque in cui naviga, il Trapani ha dovuto portare a termine una vera e propria rivoluzione nel corso di questo mercato. In entrata sono arrivati tre giocatori in prestito da squadre di serie A: il portiere Pigliacelli (Pescara), il difensore Cason (Atalanta) e l’esterno Jallow (Chievo). Sempre con la formula del prestito è arrivato dal Novara l’attaccante Manconi, che completa le operazioni in entrata insieme all’ex canterano della Juventus Rossi e Maracchi (Feralpisalò), mentre Sparacello rientra dal prestito salvo poi essere nuovamente girato alla Pistoiese. In uscita sono ben 10 i calciatori che lasciano la Sicilia. Balasa e Pepin (entrambi in prestito dalla Roma) e Carissoni (prestito dal Torino) terminano la loro esperienza in maglia granata, così come Farelli che viene ceduto sempre a titolo temporaneo all’Arezzo. Mentre Scozzarella e Figliomeni salutano la B per approdare in alcune delle pretendenti alla promozione in Lega Pro (rispettivamente Parma e Foggia), cessioni importanti anche in attacco con Ferretti che va alla Feralpisalò e De Cenco che sposa il Padova. La cessione economicamente più importante per i siciliani resta però ovviamente quello dell’ex Catania Petkovic che è passato al Bologna. Pur non figurando nella lista dei volti nuovi a disposizione del Trapani, la permanenza di Citro (richiesto da tante squadre) e il reintegro di Terlizzi e Curiale potranno sicuramente essere armi in più per centrare la salvezza.

Foto: playbologna.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *