Feltrinelli, Sergio Beercock presenta il suo nuovo album “WOLLOW”

Martedì 24 Gennaio, alle ore 18:00, presso la Sala Eventi de la Feltrinelli Libri e Musica di via Etnea 285 a Catania, SERGIO BEERCOCK incontra il pubblico ed esegue dal vivo alcuni brani del suo nuovo album WOLLOW 800A Records conduce l’incontro FLORIANA GRASSO

15039722_1787998661473433_4963305985423534291_o

Martedì 24 Gennaio alle 18:00, presso la Sala Eventi della Feltrinelli di via Etnea, Sergio Beercock incontra il pubblico ed esegue dal vivo alcuni brani dal suo nuovo album Wollow (800A Records). A conversare con Sergio, Floriana Grasso, speakers di Radio Lab e socia dell’etichetta discografica Doremillaro.

Sergio Beercock, cantautore di madre siciliana e padre inglese, nasce il 29 maggio del 1990 a Kingston Upon Hull in Inghilterra per poi trasferirsi nel centro della Sicilia. Sin da piccolo divora classici e avanguardie della letteratura e della musica internazionale e si avvicina con fare giocoso e sperimentale a tutta la musica popolare dalle note celtiche, alla musica bretone a quella popolare del sud Italia. In adolescenza, arriva l’incontro con il teatro e i suoi molteplici linguaggi di espressione, grazie alla Compagnia dell’Arpa di Enna e l’apprendistato con Cinzia Maccagnano (Bottega del Pane, MDA Danza). Nel corso degli anni successivi continua la sua formazione tra laboratori e collaborazioni con personalità teatrali e letterarie: Tino Caspanello, Francesco Agnello (Peter Brook), Eugenio Barba, Mimmo Cuticchio, Bruno Tognolini, Alfredo Stoppa, i Teatrialchemici e molti altri. Nel 2011 fonda, insieme a Noa Di Venti, la compagnia Bottega di Mastro Porpora con la quale produce e mette in scena testi teatrali tra cui “Adagio”, “Allegoria”, e “La Trappola”. Tutte queste influenze confluiscono e formano il suo cantautorato che emerge dalla tradizione popolare britannica e pizzica le corde di tutta l’Europa e dell’America del Sud, intrecciandovi talvolta quelle del soul-jazz afroamericano. Un moderno menestrello che inizia ad esibirsi in concerti per voce e guitalele di grande intensità. Trasferitosi a Palermo, continua il proprio lavoro di produzione di opere teatrali e musicali in collaborazione con artisti di ogni estrazione in teatro (Teatro Biondo, Teatro Libero, Teatro Mediterraneo Occupato, Teatro alla Guilla) e nel 2015 inizia la collaborazione artistica e sonora con l’etichetta discografica 800A Records, riferimento della scena indipendente siciliana dal 2008 e nota per il lavoro con artisti come il Pan del Diavolo, Waines, The Second Grace, VeneziA, Black Eyed Dog, Le Formiche, Alessio Bondì e altri. Nel 2016 entra in studio a Indigo per la produzione del proprio album d’esordio Wollow.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *