Messina Natale 2016, “Saponara Symphonic Band” in concerto

Grande serata al Palacultura “Antonello da Messina” il “Concerto di Natale 2016” della “Saponara Symphonic Band”

locandina-concerto-di-natale-2016

Serata speciale quella del 26 dicembre al Palacultura “Antonello da Messina”.

Già entrando, è una sensazione…, si percepisce che qualcosa di buono avverrà, ma inizialmente potremmo soltanto essere condizionati dall’atmosfera natalizia che si respira venendo da fuori.

Il pubblico è quello delle grandi occasioni e non c’è un solo posto libero.

Grande l’attesa per il Concerto di Natale della “Saponara Symphonic Band” diretta dal M° Paolo Grosso.

L’evento, lo confermiamo anche alla fine, è stato ben organizzato, anche nei dettagli, dall’Associazione Dirigenti Scolastici e Territorio (ADSeT) col suo Presidente, Prof. Angelo Miceli e dall’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia (AIIG) con la Presidente, Prof.ssa Nancy Messina, in collaborazione con l’Arcidiocesi di Messina, Lipari e Santa Lucia del Mela, la Basilica Cattedrale di Messina ed il Comune di Messina – Assessorato alla Cultura.

1

La manifestazione che fa parte integrante della Rassegna di Arte, Cultura e Spiritualità “Armonia dello Spirito”, ideata e diretta da Padre Giovanni Lombardo, è stata presentata brillantemente da Silvana Paratore e da Antonio Vadalà. Silvana Paratore, avvocato nota per il suo instancabile impegno nel volontariato e nel sociale è stata insignita proprio nell’ottobre di quest’anno del 17° Premio Europeo Tindari, per aver messo le sue competenze e professionalità a disposizione dei diversamente abili, delle persone in difficoltà, dei bimbi affetti da sindrome autistica, dei senza fissa dimora mentre Antonio Vadalà, bravissimo conduttore televisivo e speaker radiofonico,fra tanti altri interessi, è corrispondente da molti anni al Festival di Sanremo per le emittenti radiofoniche messinesi.

Silvana Paratore ha posto anche l’accento sui valori della solidarietà, dell’uguaglianza, dell’amore per il prossimo e che lo scopo della serata è quello di riscoprire il valore autentico del Natale, attraverso i canti, la musica e la magia dei suoni.

2

Insieme i due conduttori hanno quindi dato la parola al Presidente dell’Associazione Dirigenti Scolastici e Territorio (ADSeT), Prof. Angelo Miceli che per la serietà, simpatia e l’energia mostrate nel cercare di trasmettere ai partecipanti i significati e l’essenza della serata ha ricevuto più volte gli applausi del pubblico presente.

L’Associazione Dirigenti Scolastici e Territorio (ADSeT) è un’associazione che opera esclusivamente per fini di solidarietà sociale, attività e manifestazioni a fini umanitari con lo scopo di elaborare, promuovere e realizzare progetti ed attività culturali, educative, ricreative, di aggregazione nei confronti dei propri soci ma anche nei confronti di altri Enti e Associazioni.

3

“La nostra Associazione oltre ai Dirigenti Scolastici – ha aggiunto il Prof. Angelo Miceli, insieme ai saluti di benvenuto – annovera numerose persone di cultura che ne condividono le finalità e che hanno chiesto di associarsi e allora poiché nella tradizione della Scuola, il periodo natalizio ha sempre rivestito una fusione molto importante e molto particolare per rimanere in sintonia con la bellezza del Natale, con i festeggiamenti collegati alla Natività, proprio per continuare a fare quello che facevamo all’interno delle nostre scuole, abbiamo lanciato tre anni fa l’idea di un Concerto di Natale. Le prime due edizioni le abbiamo tenute al Duomo, ospiti della Rassegna “Armonia dello Spirito”, rassegna che ancora una volta ci ospita questa sera con la presenza di Padre Giovanni Lombardo, che ne è il Responsabile, e con la presenza questa volta di un’altra associazione, l’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia, rappresentata questa sera dall’amica Nancy Messina che ha risposto immediatamente, con molto entusiasmo, alla proposta che noi le abbiamo fatto.

4

Il Concerto di Natale, giunto alla terza edizione, per noi è diventata una tradizione che speriamo di poter continuare negli anni a venire in modo tale che nel periodo natalizio ci possiamo incontrare con tante persone, come questa sera, per trascorrere una serata in armonia ascoltando una buona musica. Legatissimo al Comune di Saponara dal 2002, dove ha ricoperto il posto di Dirigente Scolastico, Miceli ha aggiunto che – “A Saponara veniva istituita una Sezione di Scuola media ad indirizzo musicale e subito, visto che avevo trovato quattro insegnanti di strumenti musicali molto molto bravi, fra i quali il Prof. Paolo Grosso, che aveva il doppio compito di insegnante della scuola e di Direttore della “Saponara Symphonic Band, pensai di realizzare un progetto di collaborazione con questa bellissima orchestra che ha collezionato decine e decine di premi e, condividendo la mia proposta con “ADSeT”, abbiamo deliberato all’unanimità di ritrovarci qui questa sera per ascoltare ancora una volta la “Saponara Symphonic Band.

6

Alla fine della serata gli abbiamo chiesto di altre future iniziative ed il Prof. Miceli ci ha preannunciato che “Il 16 febbraio verrà Katia Ricciarelli, ma volevo aggiungere che la nostra Associazione, nata per iniziativa dei Dirigenti Scolastici, è anche territorio, un “territorio aperto” come significato, aperto a tutti quanti desiderano associarsi e a tutti coloro che desiderano proporre iniziative culturali o di solidarietà”.

L’Associazione Italiana Insegnanti di Geografia (AIIG), invece, è una Società di cultura del territorio e di Protezione Ambientale.

Introdotta dai presentatori Silvana Paratore e Antonio Vadalà, non meno applausi ha ricevuto la Presidente della ”AIIG”, la Prof.ssa Nancy Messina, che parlando della sua Associazione ha detto che: “L’AIIG è un’Associazione a livello regionale che poi si divide a livello interprovinciale. La Sezione di Messina in particolare, stasera da me rappresentata, porta avanti tutte le iniziative che soprattutto promuovono quello che è la cultura geografica attraverso azioni di ricerca, di didattica ma anche come escursioni proprie sul territorio e quindi la condivisione con altre Associazioni che sono presenti sul nostro territorio, e ce ne sono tante, e la nostra presenza, qui stasera, è proprio perché sposiamo appieno gli scopi che sono dell’ “ADSeT” e attraverso queste azioni mirate alla salvaguardia dell’ambiente, soprattutto delle nostre risorse editoriali e umane, cercheremo di portare avanti tante iniziative che coinvolgeranno i nostri soci, e tutti coloro che ne vorranno prendere parte, anche le nuove attività come il “Cinema ed il territorio” ed un’ altra che riguarderà il territorio sotto l’aspetto culinario, di elaborazione dei cibi; insomma andiamo ad abbracciare a 360° il nostro territorio e questo significa quindi risorse.

7

Alla fine della serata ci ha anche detto che: ”L’AIIG ha anche organizzato, fra le tante iniziative, un Seminario con la presenza della Prof.ssa Elena Di Blasi, Presidente regionale per la Sicilia della AIIG, sull’ambiente e il paesaggio educativo, proprio come risorse del paesaggio dove viviamo, e anche sull’ambiente naturale e soprattutto sui beni culturali, come risorsa in tutta la Sicilia. Noi, come Messina, abbiamo organizzato l’anno scorso una tavola rotonda a Panarea dove ci siamo fermati tre giorni e dove si è discusso anche del ruolo della geografia, quale strumento di conoscenza e valorizzazione del territorio”.

Sul palco si sono succeduti anche l’Avv. Carmen Currò , Presidente del Centro Antiviolenza Cedav-Onlus che dal 1989 si occupa specialmente delle donne che subiscono violenza tra le pareti domestiche, soprusi e molestie sul posto di lavoro e a favore del quale è stato previsto un momento di solidarietà a libera e volontaria adesione. L’Avv. Carmen Currò ha fatto presente che “I fatti di violenza sulle donne stanno spesso nel silenzio e nella solitudine ma anche la cultura può contribuire molto ad arrestare questo grave fenomeno”.

8

Quindi Padre Giovanni Lombardo, Responsabile della Rassegna di Arte, Cultura e Spiritualità “Armonia dello Spirito” che ha espresso alcune riflessioni: “A me viene spontaneo coniugare natura, musica, arte e anche fede. Ricordiamoci che la bellezza eleva l’uomo, “La bellezza salverà il mondo” questa espressione è molto celebre come celebre è anche l’espressione di Paolo VI “Il mondo ha bisogno della bellezza per non cadere nella disperazione”. Ho la convinzione che la cultura promuova sempre l’uomo, la cultura crea civiltà, la cultura contribuisce a creare un mondo migliore e tutti dobbiamo contribuire a questa finalità”.

L’Assessore alla Cultura, Daniela Ursino, ha ringraziato gli organizzatori, la “Saponara Symphonic Band”ed il M° Paolo Grosso per la splendida serata ricordando ai presenti di andare a vedere la “Galleria Vittorio Emanuele III” adesso ritornata finalmente pulita e principalmente vivibile per i cittadini messinesi.

Intervenuti sul palco il Dott. Antonio Salvo (per il Comune di Saponara) e il Dott. Gustavo Ricevuto che ha “espresso la speranza che la musica agisca come messaggio di pace specialmente per coloro che fanno terribili attentati”.

9

In programma, oltre alla Saponara Symphonic Band”, le esibizioni di diverse corali polifoniche e anche, ma non solo per questo, grande motivazione ha avuto, proposto saggiamente dagli organizzatori, il grande applauso dedicato alle vittime che si trovavano sull’aereo diretto in Siria e precipitato nel Mar Nero, che trasportava anche molti musicisti e coristi di una altra parte del mondo ovvero quelli del Complesso Accademico di Canto e Ballo dell’Esercito Sovietico “A.V. Aleksandrov”, applauso dedicato anche alle vittime degli attentati terroristici.

La Banda Musicale di Saponara è stata fondata negli anni ‘40 ad opera di un gruppo di appassionati di Saponara, sotto la direzione dell’ex prima tromba al Teatro Massimo di Palermo, M° Teodoro Leonardi, che conferì all’ensemble di fiati e percussioni un elevato carattere musicale sì da rappresentare un punto di riferimento fra le bande del nostro territorio. Da allora in poi fu diretta da diversi Maestri come Visalli, Imbrosci e Brigandì.

Dal 18 Gennaio 2000 la banda viene ricostituita con il nome di “Associazione Complesso Sinfonico Città di Saponara”, nota anche come “Saponara Symphonic Band” e ne assume la direzione il M° Paolo Grosso, conferendole un nuovissimo volto, con quarantasei elementi, molti dei quali hanno già compiuto gli studi o studiano attualmente presso il Conservatorio “A. Corelli” di Messina. Il maestro Paolo Grosso ha iniziato a studiare il sassofono a otto anni e a distanza di un paio di anni fu ammesso al Conservatorio “A.Corelli” di Messina.

10

Ha conseguito il Diploma di Sassofono nel 1996. La sua tecnica si è affinata ancora di più con i maestri Serge Bichon e Vito Soranno. Notevole l’attività concertistica svolta dal maestro: in duo sax e pianoforte e con il Mediterranée Saxophone Quartett.

Diploma in Didattica della Musica nel 2003 ma non meno importante lo studio della composizione con il Maestro Carmelo Chillemi, ancora presso il “Corelli” di Messina, e il conseguente Diploma di Strumentazione per Banda nel 2006.

11

L’Associazione Complesso Sinfonico Città di Saponara, ha come scopo principale la divulgazione della cultura musicale e vanta un repertorio che tende ad abbracciare diversi generi musicali; classico, sinfonico, pop, jazz, swing, evergreen, film music ed altro ancora.

Realtà musicale di alto livello, la “Saponara Symphonic Band” ha conseguito il Primo Premio nella V edizione del Concorso Nazionale per Orchestre di Fiati “Suoni in Aspromonte” tenutosi a Delianuova (RC).

Lodevoli e condivisi intenti, fusioni di profonde motivazioni di persone ed associazioni che mettono la cultura e l’uomo al centro del proprio agire riescono a plasmare iniziative che aprono e fanno delineare corpose prospettive di collaborazioni e sinergie future. Quella del Concerto è una di queste iniziative, un regalo di condivisione donatoci dagli organizzatori, come un bel dono natalizio, in cui abbiamo avuto l’opportunità di vedere, ma soprattutto ascoltare, questa eccellenza musicale che è la “Saponara Symphonic Band” e grossi meriti vanno anche alla “Ensemble Corale” diretta dal M° Nazzareno De Benedetto, costituita per l’occasione e composta dalle seguenti corali polifoniche: “Coro San Nicolò” di Giampilieri (Dir.M° Nazzareno De Benedetto), “Coro Luca Marenzio” di Messina (Dir. M° Carmine Daniele Lisanti), “Cappella Musicale del Duomo di Messina” (Dir. M° Giovanni Lombardo), “Coro San Nicola” di Saponara (Dir.M° Paolo Grosso).

12

Il Maestro Paolo Grosso è riuscito ad amalgamare dei bravissimi musicisti, alcuni giovanissimi, e a dare la bellissima sensazione che a suonare non fossero solo gli strumenti a fiato o a percussione ma un’orchestra al gran completo. Il pubblico, a più riprese, ha applaudito i vari brani.

Queste le musiche eseguite in programma per un Concerto che già molti vorrebbero riascoltare:

Jubilus!

Jan Van der Roost

Overture für Harmoniemusik op. 24

Felix Mendelssohn, arr. Otto Zurmühle

First Suite In Eb

  1. Chaconne 2. Intermezzo 3. March

Gustave Holst

Nessun Dorma

Giacomo Puccini, arr. Robert van Beringeen

The Second Waltz from Jazz Suite n. 2

Dimitri Shostakovic, arr. André Waignein

Oblivion

Astor Piazzolla arr. Lorenzo Bocci

White Christmas

Irving Berlin, arr. Naohiro Iwai

A Christmas Carol Fantasy

Arr. Takashi Hoshide

Jingle-Bell Rock

J.Beal, J.Boothe, arr. Donald Furlano

Dream in the Silent Night

Arr. Toshio Mashima

Hallelujah

Georg Friedrich Händel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *