Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia: speciale ponte

SPECIALE PONTE 7-11 DICEMBRE. Da mercoledì 7 a domenica 11, bambini e adulti possono creare disegni con la luce nella Tinkering Zone, sperimentare il cibo del futuro, estrarre il proprio Dna e partecipare a tante altre attività coinvolgenti. Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia, Via San Vittore 21, Milano

museo01-1

Mercoledì 7, giovedì 8, venerdì 9, sabato 10 e domenica 11 dicembre il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia propone tante attività interattive per adulti e bambini.

Nella Tinkering Zone potranno realizzare le loro sorgenti luminose per creare immagini sorprendenti in una stanza buia. Una macchina fotografica digitale immortalerà i loro disegni di luce. Il tinkering è un innovativo approccio pedagogico che lavora all’intersezione fra arte, scienza e tecnologia, nato all’Exploratorium di San Francisco da progetti di ricerca in collaborazione con il MIT di Boston, che il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia ha portato per primo in Italia.  La Tinkering Zone del Museo è uno spazio permanente che integra quattro metodologie: il tinkering, il making, il design e l’ingegneria, intese non come attività mirate alla produzione di qualcosa ma come approcci educativi, metodi per indagare e comprendere scienza, tecnologia e il mondo in generale. Le attività all’interno della Tinkering Zone, per ragazzi e adulti insieme, mirano a sviluppare creatività, capacità di innovazione, pensiero critico e sistemico. La partecipazione creativa è il motore che dà origine a nuove forme di espressione, di condivisione e di scambio, di idee e di prodotti.

Dal 7 all’11 dicembre i più piccoli (da 4 anni) potranno invece scoprire e conoscere come si allena un astronauta o come si lancia un missile, con una visita loro dedicata Con il naso all’insù nell’area Spazio. Nell’i.lab Area dei Piccoli i bambini a partire da 3 anni potranno cimentarsi nella costruzione di meccanismi musicali e nella realizzazione di un foglio di carta riciclata oppure potranno far danzare api robot scoprendo i segreti della programmazione e, con l’antico gioco del Tangram, si divertiranno a disegnare e a giocare con figure geometriche colorate. Nell’i.lab Bolle di sapone potranno scoprire le infinite forme delle lamine saponose.

Altre attività interattive per bambini più grandi (da 7 anni) e adulti saranno proposte a rotazione negli i.lab Alimentazione, Biotecnologie, Genetica e Leonardo. Qui si potrà sperimentare come potrebbe essere il cibo del futuro, scoprire quanti microrganismi sono utili all’uomo, quanta biodiversità c’è in natura o, giocando con i modelli di Leonardo, scoprire come le strutture portanti, ponti e architravi, riescano a sostenere enormi pesi oppure potranno mettersi alla prova con le tecniche d’affresco rinascimentale.

Nel biglietto d’ingresso al Museo è inoltre compresa la visita alla mostra I mondi di Primo Levi. Una strenua chiarezza, che si inaugura mercoledì 30 novembre e che percorre la pluralità di esperienze e di interessi che hanno caratterizzato la vita e l’opera dello scrittore torinese.

PROGRAMMA

Le attività sono comprese nel biglietto d’ingresso al Museo TINKERING ZONE Disegni di luce Per bambini da 8 anni e adulti | A ciclo continuo senza prenotazione, dalle ore 11 alle 13 e dalle 14 alle 18.

Fai un disegno digitale usando la luce. Costruisci il tuo pennello luminoso, sperimenta colori, scie e traiettorie e crea immagini sorprendenti. Con una macchina fotografica, un po' di buio e di pratica prova a creare un disegno usando la luce al posto di matite e pastelli.

 

PER I PIÙ PICCOLI Attività su prenotazione il giorno stesso alla biglietteria Ogni giorno negli i.lab Bolle di sapone e Area dei piccoli sono previste attività specifiche per i bambini da 3 a 6 anni in cui scoprire il magico mondo delle bolle di sapone, divertirsi con api robotiche, costruire meccanismi musicali, giocare con la matematica. Dai 4 anni  potranno partire per un’avventura nello Spazio nella visita guidata Con il naso all’insù.

ALTRE ATTIVITÀ

Attività su prenotazione il giorno stesso alla biglietteria | Da 7 anni o più

Nell’i.lab Leonardo (7 dicembre) si costruiscono strutture portanti per scoprire a cosa servono gli archi, si realizza un affresco e si scrive come nel Rinascimento, si scolpisce un particolare del Duomo di Milano e si toccano con mano i grandi modelli delle macchine di Leonardo.

Nell’i.lab Alimentazione (7 e 8 dicembre) si crea il proprio cibo del futuro, si sperimenta come si prepara il gelato, si scoprono le differenze tra le acque e cosa succede quando beviamo.

Nell’i.lab Biotecnologie (9 dicembre) si confrontano gli organismi al microscopio, si esplora il mondo delle biotecnologie, si osserva di cosa è fatto il compost e come si trasformano i rifiuti in terreno fertile, si sperimenta perché il pane lievita e l’aceto fermenta.

Nell’i.lab Genetica (10 e 11 dicembre) si gioca con fiori, frutti e semi per conoscere quanta biodiversità c’è tra le piante, si scopre quante impronte lasciamo, cosa ci identifica e cosa ci accomuna, si osserva di cosa hanno bisogno le piante per vivere, si porta a casa il proprio DNA.

 

MOSTRE TEMPORANEE

I mondi di Primo Levi. Una strenua chiarezza

Il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo da Vinci presenta la mostra itinerante realizzata dal Centro Internazionale di Studi Primo Levi di Torino, con il sostegno di Material ConneXion Italia, il patrocinio della Regione Lombardia e del Comune di Milano, la collaborazione dell’Associazione Figli della Shoah e del Memoriale della Shoah di Milano. La mostra percorre la pluralità di esperienze e di interessi che hanno caratterizzato la vita e l’opera dello scrittore torinese: dalla formazione scientifica alla deportazione, dalla chimica come mestiere al mestiere di scrivere. Mosso dalla volontà di raccontare con “strenua chiarezza” le esperienze e le riflessioni che hanno animato il suo percorso di vita, Primo Levi offre nelle sue pagine storie straordinarie ai lettori di tutto il mondo. Sono proprio le sue parole ad accompagnare i visitatori della mostra, riprese dalle pagine di Se questo è un uomo, I sommersi e i salvati, La tregua, Il sistema periodico, La chiave a stella e i racconti di fantascienza. Di questo complesso percorso di vita la mostra propone un quadro ricco e articolato, attraverso immagini private e professionali per lo più inedite, interviste video, citazioni dalle opere.

 

Il programma dettagliato di tutte le attività del Museo (mostre temporanee, visite guidate, laboratori interattivi) è disponibile all’indirizzo http://www.museoscienza.org/attivita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *