Torna il Giro di Sicilia, la storica gara professionistica

Torna il Giro di Sicilia. Nel 2017 verrà riproposta la storica competizione ciclistica.

11244896_10205954578450986_3775379549324772012_n

L’assessore Anthony Barbagallo non si ferma più. Dopo aver riportato il Giro d’Italia in Sicilia oggi ha presentato a Palermo il progetto per riproporre nell’isola, a distanza di 40 anni dall’ultima edizione, il Giro di Sicilia, la storica gara professionistica che vide pedalare e sfidarsi i più grandi campioni dell’epoca, e tenutasi complessivamente per venti edizioni nell’arco temporale che va dal 1907 al 1977. Il progetto, denominato Grand Tour of Sicily 2017, promosso e organizzato dall’assessorato regionale al Turismo, Sport e Spettacolo, è stato presentato oggi, alle 10:30 in una conferenza stampa tenutasi nella sede dell’assessorato nel capoluogo siciliano. La manifestazione è prevista come detto nel 2017, sotto l’egida dell’Uci. L’obiettivo è ambizioso. Otto giorni di gare in programma, durante i quali saranno previste tre categorie di competizioni. Il Grand Tour of Sicily Pro Race, riservato ai professionisti con sei tappe miste, categoria maschile e femminile di pari durata, poi il Grand Tour of Sicily Tourist Race, riservato alle categorie semiprofessionistiche e amatoriali su un percorso modificato e più breve che dovrebbe toccare i siti Unesco, e infine il Grand Tour of Sicily Paracycle e Diabetes Race, corsa speciale della durata di un giorno suddivisa in due categorie di partecipanti, diversamente abili e persone affette da diabete mellitico di tipo 1 e 2. Un’iniziativa di grande valore sportivo e sociale, che se dovesse realizzarsi porterebbe senz’altro una ricaduta positiva sul territorio.

11051957_10205954585611165_3381204572648778630_n

L’assessore Barbagallo ha spiegato che l’assessorato vuole riportare in Sicilia una delle manifestazioni più amate e apprezzate dagli appassionati di ciclismo siciliani e non solo, con l’obiettivo di promuovere un viaggio non solo sportivo ma anche culturale nella nostra isola, coniugando per la prima volta in assoluto, a livello mondiale, sport, cultura, turismo e storia. È previsto l’avviamento di una sinergia con Sheffield, uno dei poli sportivi più importanti in Inghilterra, città nella quale tra l’altro Vincenzo Nibali ottenne il suo primo successo di tappa nel trionfale Tour de France 2014. Oggi in collegamento con Palermo anche Richard Carbon, ex ministro dello Sport del Regno Unito e ambasciatore del Grand Tour of Sicily 2017, per definire tutti i dettagli dell’ambiziosa collaborazione. Dopo il Giro d’Italia la Sicilia dunque potrebbe rivedere sul suo territorio un altro pezzo importante del grande ciclismo. Dopo anni di oblio si riaccendono le luci sull’isola anche dal punto di vista competitivo, al di là degli stage in quota sull’Etna che vedono ormai i professionisti allenarsi in pianta stabile in Sicilia, con l’auspicio che un domani si possano riproporre anche il Giro dell’Etna e il Pantalica, pezzi fondamentali della storia del ciclismo isolano e nazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *