La Roma contro la Samp ribalta la partita

Contro la Samp i giallorossi chiudono il primo tempo in svantaggio per 2-1: gol di Salah, Muriel e Quagliarella. Dopo una sospensione di ottanta minuti per il diluvio che si è abbattuto sull’Olimpico nella ripresa entra Totti e la Roma ribalta la partita. Al 93’ il capitano segna su rigore il gol decisivo

8dfcf9615714a448ac03e0f92b733d6b_l

Ormai prossimo ai quarant’anni Francesco Totti alla sua 25esima stagione in serie A con 305 gol in attivo, non finisce di stupire. Ancora oggi con una prestazione da incorniciare è risultato decisivo per la vittoria dei giallorossi sulla Sampdoria con giocate da campione e un gol su rigore nel finale. All’Olimpico succede di tutto: cinque gol, occasioni sprecate e anche una sospensione di ottanta minuti per il diluvio che si è abbattuto sulla città. Primo tempo tutto da dimenticare per la squadra di Spalletti sebbene in apertura passa in vantaggio con Salah. Si fa raggiungere prima da Muriel per poi subire il gol dell’1-2 da parte di Quagliarella. La squadra di Giampaolo ha addirittura l’occasione per passare sull’1-3, sul finire della prima frazione, ma un super Szczesny è pronto a deviare in angolo un colpo di tacco di Quagliarella. Intanto sull’Olimpico si abbatte un vero e proprio nubifragio che costringe l’arbitro Giacomelli a sospendere la partita per ottanta minuti.

 

Nella ripresa Spalletti manda in campo subito Totti e Dzeko per Perotti ed El Shaarawy e inizia lo show del capitano. Al 13’ primo assist di Totti per Dzeko il cui tiro di destro è deviato dal portiere blucerchiato in angolo. Pochi minuti più tardi è ancora Totti a servire il bosniaco, che controlla un pallone in area di rigore e beffa Viviano con un tocco prima di destro e poi di sinistro in rapida successione per il 2-2. La partita è a senso unico con la Roma che spreca cinque occasioni nitide con Salah e Dzeko e la Samp che non riesce a ripartire. Nel finale arriva l’episodio che decide la partita: siamo nei minuti di recupero con Skriniar che aggancia Dzeko in area. L’episodio è dubbio, ma non per l’arbitro Giacomelli che concede il calcio di rigore ai giallorossi. Sul dischetto si presenta Totti che spiazza Viviano segnando il 3-2 finale. Per il capitano della Roma si tratta del 249° gol realizzato in campionato e a fine gara,  ammette di aver avuto paura di battere il rigore: «Il rigore? È la prima volta che, sinceramente, ho avuto un po’ di paura di sbagliare, perché coronare questa partita con un gol e un assist sarebbe stato l’ideale, giusto per quello che avevamo fatto nel secondo tempo. Poi non potevo sbagliare sotto la curva Sud e davanti al mio pubblico»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *