“MareFestival-Premio Troisi”: una variopinta vetrina di eventi

Una rassegna ricca di ospiti ed eventi di ogni genere quella del “MareFestival – Premio Troisi”, sono tanti i nomi illustri e le iniziative che hanno coinvolto il pubblico con diverse proiezioni di lungometraggi, corti e documentari, CineAperitivi, concerti, fashion party, presentazioni di libri.

MareFestival 2016

Nel contenitore di MareFestival accendiamo i riflettori sulle tantissime iniziative del programma e, andando con ordine, il 19 luglio, nella prima giornata milazzese, la davvero interessante retrospettiva sui David di Donatello degli anni ’70, e sul Festival di Taormina in generale, che è stata curata mirabilmente dallo storico Nino Genovese.

Ed ancora la proiezione di video, davvero speciali, sugli anni d’oro della rassegna internazionale dell’Irrera a mare, organizzatore della quale era il comm. Michele Ballo.

Un omaggio a Raffaella Carrà con una sfilata dei suoi abiti di scena più famosi messi a disposizione da Vincenzo Mola e Giovanni Gioia.

Sempre a Milazzo, in Marina Garibaldi, come ospiti grandi nomi come Sandra Milo, protagonista della serata d’apertura di MareFestival, entusiasta della nostra terra al punto da sentirsi siciliana che, al ricordo del grande attore napoletano, si è commossa al momento di ricevere il premio a lui intitolato;

MareFestival- Sandra Milo

come Massimo Dapporto, grande attore, apprezzato interprete di serie televisive come Amico mio”, “Distretto di polizia” e “Giovanni Falcone”; come l’attrice Gabriella Germani, di recente impegnata nell’EdicolaFiore di Radio2 e nota per le brillanti imitazioni di famose donne dello spettacolo e della politica, come Virginia Raggi, sempre con testi nuovi curati in collaborazione con Maurizio Crozza; come Maurizio Marchetti, autore e conduttore radiofonico e televisivo ma anche regista, organizzatore, produttore e direttore artistico; ed ancora Giorgio Pasotti, per lui cinema, teatro e televisione dove figura nella la serie “Distretto di Polizia” e nelle sale con “Baciami Ancora”, seguito de “L’ultimo bacio”, regia di Gabriele Muccino, mentre nel 2013 ha una parte nel film Premio OscarLa grande bellezza”, con la regia di Paolo Sorrentino; altro ospite, il caratterista Gennaro Calabrese, da giovanissimo già alla corte di Pingitore, nel 2006 riceve, in qualità di suo successore, il premio intitolato al grande maestro Alighiero Noschese, in seguito apprezzato in teatro e in tv a Domenica In, Quelli che il calcio, Buona Domenica, Uno Mattina.

Il chitarrista Gianluca Rando, che in passato ha duettato con Nico Di Palo dei New Trolls e fatto teatro con Gianfranco D’Angelo, e la cantante, dalla splendida voce, Carla Andaloro, hanno inoltre animato Marina Garibaldi con canzoni famose e particolari e con omaggi alle più celebri colonne sonore di grandi film.

Dal 20 al 24 luglio, a Salina, il Festival è entrato nel vivo, con diverse proiezioni di lungometraggi, corti e documentari, CineAperitivi, concerti, fashion party, presentazioni di libri.

E anche qui ospiti famosi, uno particolarmente importante come Enzo Decaro storico amico, collega di Troisi e membro del trio “La Smorfia”, per la prima volta sui luoghi de “Il Postino”, che si è commosso ricordando il carissimo amico e collega napoletano, anche quando ha preparato, con il soprano Chiara Taigi, un momento dedicato a “Massimo Troisi poeta”.

Altri ospiti molto noti come Ezio Greggio, un nome ormai mitico nel panorama della comicità italiana: attore, presentatore, regista e protagonista della tv italiana, ma anche nel sociale visti i molti servizi di denuncia spesso presenti nel contenitore di Striscia la Notizia”.

E poi le proiezioni: i primi 20 minuti del film “The Elevator” di Massimo Coglitore che, con i cortometraggi “Uomo di cartae “Deadline“, con ben 64 premi tra festival nazionali e internazionali, ha già presentato il suo biglietto da visita di talento cinematografico; la passione per il mistero lo contraddistingue, facendo vivere e riaffiorare nello spettatore le proprie paure recondite e inquietanti con un ritmo incalzante che tiene viva l’attenzione;

“Was Shakespeare english?” di Alicia Maksimova, bravissima regista russa, dove ci si trova davanti a un enigma che riguarda uno dei più importanti protagonisti della letteratura mondiale, ovvero William Shakespeare; Mater sic et simpliciter corto di Simonetta Pisano con il patrocinio della Città Metropolitana e dell’Università degli Studi di Messina e il patrocinio ed il contributo della Confcommercio di Messina; Al di là del mare”, corto del regista Fabio Schifilliti, realtà emergente messinese, anche questo un film a sfondo sociale che fa riflettere sulle problematiche dei migranti (Ibrahim, il bravo protagonista del film, è lui stesso un vero migrante); il modo delicato con cui con cui viene affrontato l’argomento ed il il filmato sono carichi di significati e di valori e lancia un deciso messaggio di speranza e fiducia in questi momenti “particolarmente bui;

“Villa Sbadiglio”, corto di Nino Giuffrida. “dove si narra la parabola umana ed esistenziale dell’uomo: conquistare l’amore della donna amata a qualunque costo affrontando diverse e difficili prove”; teaser Sirena – hear the whisper film di Giorgio Bonecchi Borgazzi girato alle Eolie; lo spot Addio Pizzo” di Dino Sturiale, dedicato a un altro scottante problema e “Bruno e il mare”, film sul sociale di Eros Salonia, che nasce dalla collaborazione positiva con il Centro d’arte e terapia “Camelot” di Messina, di cui è direttore Matteo Allone, con l’obiettivo lodevole di rendere protagonista assoluto non un normale attore, ma un ospite del centro, Bruno Pulicicchio, visto, osservato nella sua ricchezza umana, che si trasforma così in un professionista senza confronti, capace di trovare una sua dimensione creativa.

La Malfa-Cavaleri-Micalizzi

All’Hotel Ravesi, è stata anche allestita una mostra degli artisti Lidia Monachino, Tanja Di Pietro e Eros Salonia, dedicata ai Colori delle Isole”.

Inaugurata, invece, dalla Cucinotta, la mostra del “Vespa Club Taormina” presieduto da Nino Sidoti, mentre un momento è stato dedicato all’ ”Associazione Fiori d’Acciaio”, presieduta da Marcella Cannariato, impegnata nella difesa dei diritti delle donne.

Da vedere anche una mostra di foto, A due scatti da te…, di Elisabetta Pandolfino, per l’occasione accompagnata dalla figlia Graziella. La mostra è stata organizzata dall’Associazione Marinai d’Italia di Chioggia, in collaborazione con la Marina Militare e curata da Salvatore Totaro, presidente dell’associazione intitolata all’eroe, una mostra di 40 pannelli e cimeli dedicata alla storia di Salvatore Todaro, grande Eroe della II Guerra Mondiale, Medaglia d’Oro al Valor Militare.

E ancora l’omaggio ad Adolfo Celi, a 30 anni dalla scomparsa, con la premiazione del figlio Leonardo, regista del documentario “Adolfo Celi: un uomo tra due culture”, che racconta un periodo poco conosciuto della vita del padre in Brasile.

Un ricordo pure per l’imprenditore Roberto Rossello che rappresentava un punto di riferimento emergente per l’imprenditoria locale.

Ancora, le proiezioni esclusive di film muti ritrovati e restaurati come Un amore selvaggio di Raffaele Viviani (1912) con Raffaele Viviani, Luisella Viviani e Giovanni Grasso e “Cavalleria Rusticana di Ugo Falena (1916) con Bianca V. Camagni, Gemma Stagno-Bellicioni, Luigi Serven.

Nel corso di una serata, proiettato il video inedito di Maurizio Costanzo, che nei giorni scorsi a Roma ha ricevuto, da Massimiliano Cavaleri, il Premio MareFestival: il giornalista ha ricordato Troisi con il quale aveva un legame particolare.

In programma anche la presentazione di libri come: “La sfinge dello Jonio. Catania nel Cinema muto (1896/1930)di Franco La Magna, critico cinematografico, storico del cinema e giornalista e Autogoverno e autonomia. Baschi e siciliani a confronto di Marcello Saija e Gaetano Armao.

Fra gli ospiti anche il regista palermitano Roberto Andò, autore di film culto come Viva la libertà e Le Confessioni”, che sarà presidente della Giuria degli Studenti alla Mostra del Cinema di Venezia, dove, in concorso, ci saranno, importante e bella iniziativa, dei classici del cinema restaurati.

Altri ospiti, Yi Liu, Cavaliere di pace, insignito ad Assisi per l’azione culturale tra Cina e Italia, Davide Tornesi, protagonista nel ruolo del giovane Andrea Camilleri, fiction di RaiUno, l’attore Carlo Fabiano, co-protagonista accanto a Gigi Proietti nel film “La vita è una cosa meravigliosa“ e Martina Caruso, la più giovane cuoca italiana ad aver conquistato la mitica stella Michelin.

Presenti anche altri ospiti musicali come il tenore Nero Toscano, per un omaggio a Massimo Troisi, e ancora Elisabetta Macchiavello e Danilo Cuccurullo.

Cosa dire ancora?… una kermesse ben riuscita, sentita e applaudita che, unita al ricordo dell’ indimenticabile grande attore napoletano Massimo Troisi e alla magica atmosfera delle isole Eolie, ha composto un format che ha fatto divertire, è piaciuto e ha donato tante emozioni!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *