Sara Favarò e Giovanna Giarraffa con “Ustica Casa del Re”

Giovedì 28, ore 18,00, “USTICA CASA DEL RE”, favola di Sara Favarò e Giovanna Giarraffa al Centro Informazioni Area Marina Protetta in Piazza Umberto I a Ustica

casadelre

Ustica casa del re” (Edizioni Qanat), giunta alla seconda edizione, è una favola pubblicata in albo illustrato, per grandi e piccini, con le foto d’arte di Giulio Azzarello, che ritraggono Ustica nei suoi diversi aspetti: paesaggi, particolari, costa, mare, flora, fauna e con foto subacquee di Toni Saetta e la prefazione di Livio Sossi.

Interverranno alla presentazione il Sindaco di Ustica, Attilio Licciardi, l’assessore alla Cultura Vittoria Salerno, il poeta Antonino Schiera e Sara Favarò che leggerà la favola. Verrà proiettato il docufilm fotografico USTICA CASA DEL RE realizzato da Sara Favarò e Giulio Azzarello, colonna sonora “Grande Polonaise” di F. Chopin eseguita al pianoforte dal M° Antonio Sottile.

Non ci poteva essere momento migliore per la pubblicazione di questo libro: nel 2016 la Riserva Marina di Ustica (oggi Area Marina Protetta) compie trent’anni della sua vita e, con orgoglio, la comunità usticese può fregiarsi dell’onore di essere stata la prima Riserva Marina italiana e il modello al quale si sono ispirate tutte le altre esperienze italiane che negli anni successivi si sono sviluppate.  – Dichiara Attilio Licciardi, sindaco di Ustica –  Per certi aspetti “Ustica Casa del Re” – nel rendere visibili ed emozionanti le ragioni della protezione dell’ambiente, degli animali, del mare, del paesaggio  – è il suggello di una scelta a sua tempo pionieristica nell’ambito nazionale, ma che oggi rappresenta lo scenario con il quale l’intero pianeta si deve confrontare se vuole crescere e se vuole salvarsi.

Livio Sossi, professore di Storia e Letteratura per l’infanzia all’Università di Udine e all’Università del Litorale di Capodistria, che ha curato la prefazione al libro, scrive:“Un inno alla bellezza, all’amore, alla poesia, alla fiaba, al mare magico e meraviglioso di Ustica. Così potremmo definire questo poemetto polifonico fatto di parole e di immagini (suggestive foto d’arte).

Nato durante un mio workshop di scrittura a Palermo, dalla penna di due straordinarie autrici siciliane, Sara Favarò e Giovanna Giarraffa.

Una fiaba che ci parla del rapporto tra l’uomo e il mare, che ci parla dell’importanza e della necessità di ascoltare la voce della natura.

Peppino, il protagonista della favola, sa ascoltare la voce della conchiglia che lo invita a riflettere su una pesca diventata indiscriminata.

Ustica e i suoi abitanti hanno saputo ascoltare questa voce: così la nostra splendida isola è diventata Area Marina Protetta, è diventata la Casa del Re, del Re dei pesci.

Forse, dopo aver letto questa favola, altre isole o altri luoghi di mare potranno diventare altrettante aree protette, altrettante Case del Re“.

USTICA CASA DEL RE è il primo esempio in Italia di albo illustrato di favola, con apparato iconografico composto da fotografie al posto delle illustrazioni.

La presentazione del libro  è inserita nell’ambito delle manifestazioni organizzate dal Comune di Ustica per il Trentennale dell’Area Marina Protetta.

Sara Favarò il 29 luglio, alla stessa ora e nello stesso luogo, presenterà il libro di poesia di Antonino Schiera, “Frammenti di colore”. Giorno 30 l’artista sarà ancora impegnata a Ustica nell’ambito delle manifestazioni per il trentennale della istituzione dell’Area Marina Protetta con un incontro progettato con il Dipartimento Regionale dei Beni Culturali e dell’Identità Siciliana Soprintendenza del Mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *