l’HUB delle Tecnologie incentrato sulla “Convergenza tra Safety e Sicurezza Fisica, Logica ed Organizzativa”

Ritorna in Sicilia l’HUB delle Tecnologie incentrato sulla “Convergenza tra Safety e Sicurezza Fisica, Logica ed Organizzativa”. Si terrà a Catania, giovedì 9 giugno 2016 a partire dalle ore 9, all’Hotel Nettuno sul Lungomare Ruggero di Lauria 121, accreditato al Consiglio Nazionale degli Ingegneri, e organizzato da S News, in collaborazione con Aias (Associazione professionale Italiana Ambiente e Sicurezza). 

292

Si parlerà nello specifico di sicurezza aeroportuale, videosorveglianza e privacy, modelli d’integrazione tra Stati Europei e Comunità Musulmana, fibra ottica, PSIM, controllo accessi, con testimonianze e best practice su “Safety & Security: un modello d’integrazione per un’azienda energetica globale”, ma ci saranno anche approfondimenti sul ruolo strategico della formazione nel settore della sicurezza e le prospettive future di semplificazione e regolamentazione. Spazio poi al networking ed alle demo live da parte delle aziende, per una convergenza tra tecnologie, soluzioni, sistemi e processi. Coinvolgente sarà quindi la dinamicità sul fronte del networking, peculiarità tipica dell’HUB delle Tecnologie, innovativo ed interattivo format di S News, nel quale informazione, formazione e demo live di prodotti e soluzioni si integrano e convergono.

280

“Si parla molto di sicurezza, perché se ne sente il bisogno. – spiega Monica Bertolo, Direttore S News – I dati parlano chiaro: dai furti nelle abitazioni in costante aumento agli assalti ai portavalori sulle strade, dai problemi legati ai flussi migratori a quelli del terrorismo, dai cyberattacchi alle morti sul lavoro. Molte, e sempre più, le sfide alle quali siamo chiamati a far fronte. Ma per dare risposte valide, si deve sempre partire dall’analisi del rischio, che deve essere affrontata in modo scientifico e manageriale, perché solo con una corretta cultura della prevenzione, si potrà arrivare ad una fattiva cultura della sicurezza, che non può prescindere dalla convergenza tra safety e sicurezza fisica, logica ed organizzativa. Questo è l’HUB delle Tecnologie, momento di confronto, analisi e studio, punto di incontro per costruire un proficuo dialogo tra professionisti ed aziende, tra pubblico e privato, per arrivare alla condivisione delle pratiche migliori, individuando così le migliori soluzioni, i sistemi ed i processi maggiormente idonei a garantire la sicurezza di oggi e di domani”. Il coordinatore Aias Sicilia, Sebastiano Trapani, aggiunge: “Un saldatore in carne e ossa costa in media 25 dollari l’ora contro gli 8 di un collega computerizzato. Entro il 2025 i robot potrebbero arrivare a sostituire addirittura un terzo di tutti i lavoratori. Ecco che occorre riflettere sui possibili scenari e senza ostacolare e aver paura del progresso riconsiderare l’uomo e i suoi bisogni al centro del cambiamento. AIAS a tutela dei professionisti e del lavoro è attiva nello studio e nella ricerca di nuovi rischi emergenti al fine di salvaguardare la salute e la competitività aprendosi alle nuove sfide in modo pro-attivo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *