“Lo Scambio” di Salvo Cuccia all’ Etna Comics

In occasione della sesta edizione di Etna Comics, Festival Internazionale del fumetto e della cultura pop, che si svolgerà al Centro Fieristico “Le Ciminiere” di Catania dal  2  al 5 giugno 2016, il grande cinema europeo torna a Catania con sei film “in concorso” per il premio Miglior Film Europeo Indipendente al Gold Elephant World Festival che, dopo lo straordinario successo dello scorso anno verrà ospitato all’interno dell’area Movie di Etna Comics.

Locandina annuncio Lo Scambio ad Etna Comics 2016

Il 4 giugno si svolgerà la proiezione dell’opera prima del regista Salvo Cuccia, Lo scambio, film presentato alla 33esima edizione del Torino Film Festival lo scorso novembre.

La città di Catania si prepara ad incontrare il regista e il cast artistico del film in concorso. La direzione artistica del festival assegnerà a due degli attori protagonisti , Barbara Tabita e Paolo Briguglia, un Premio Speciale per la loro interpretazione, in un film che racconta una storia criminale tratta da fatti realmente accaduti, in una Sicilia degli anni Novanta sconvolta dagli omicidi dei magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino.

Barbara Tabita si è formata alla scuola del teatro Stabile di Catania e ha ricoperto diversi ruoli comici sia al cinema che in tv, lavorando con Pieraccioni, Ficarra e Picone, De Sica, Boldi, Abatantuono, Salemme, senza mai tralasciare il teatro più impegnato. Paolo Briguglia si è diplomato all’Accademia nazionale d’arte drammatica “Silvio D’Amico”. Sin dagli esordi è stato interprete principale di alcuni dei film più significativi del cinema italiano degli ultimi anni: El Alamein (Globo d’oro come miglior attore esordiente), I cento passi, Buongiorno Notte, La Terra, Ma quando arrivano le ragazze, Basilicata coast to coast.

Il film, prodotto da Abra&Cadabra in collaborazione con Rai Cinema, con il supporto della Regione Sicilia, l’Assessorato Turismo Sport Spettacolo/Ufficio Speciale per il Cinema e l’Audiovisivo, e il Sicilia Film Commission, nell’ambito del programma Sensi Contemporanei, rappresenta l’esordio cinematografico del regista palermitano Salvo Cuccia, classe 1960, già documentarista, nonché artista visivo, con una lunga carriera alle spalle, specialmente in Rai.

Una coppia di quarantenni si appresta a vivere una giornata insolita sotto il cielo plumbeo di Palermo. E’ il 1995. Lei è una bellissima donna (Barbara Tabita) tormentata dal pensiero di non aver avuto figli. Lui è un commissario di polizia (Filippo Luna) totalmente preso dal suo lavoro, con un autista (Paolo Briguglia) che lo accompagna dappertutto, anche a interrogare un ragazzo che conosceva altri due uccisi quel giorno. L’autista non crede che il ragazzo sia coinvolto, ma il commissario va avanti in maniera decisa. L’intera storia è un alternarsi di volti, corpi e situazioni. Il racconto di tre vite e mondi differenti: quello della donna disperata, quello di un bambino rapito dalla mafia tempo prima e quello del ragazzo che subisce l’interrogatorio del commissario. Poi l’evoluzione, il superamento delle apparenze che svela gli inquietanti contorni di una storia fatta di cause ed effetti, in cui i crimini perpetrati si ripercuoteranno non solo su chi li subisce, ma anche su chi li compie, e da cui nessuno rimarrà immune.

L’intenzione del regista è quella di “sondare la natura dei personaggi e delle situazioni – come egli stesso afferma – per estrarne una drammaturgia che vivesse di vita propria. Mi interessava anche andare in direzione di un racconto oscuro, in un gioco di svelamenti”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *