4 Marzo 2014: nasce la “Fondazione Lucio Dalla”

Bologna: i cugini il prossimo 4 Marzo inaugureranno la Fondazione intitolata al grande artista scomparso

1 Marzo 2012/2014: ricorre il secondo anniversario da quando l’amico Lucio ci ha lasciati.

I suoi cugini, proprio in occasione dell’anniversario della sua nascita, il prossimo 4 Marzo costituiranno a  Bologna la “Fondazione Lucio Dalla”. Tra le iniziative l’apertura della Csa Museo, per dare una continuità dell’opera artistico –musicale. La “Pressingline”, etichetta discografica fondata dallo stesso Dalla nel 1984, continuerà a svolgere il suo lavoro di “scouting” dei nuovi artisti. Ma il 4 marzo era per lui una data importante (ricordata anche in una sua canzone): era la sua data di nascita 4 Marzo 1943.

La Fondazione Lucio Dalla verrà costituita formalmente il 4 marzo, ma si dovranno aspettare le autorizzazioni e il completamento delle procedure necessarie prima di aprire i battenti. Solo a giugno, quindi, la Fondazione sarà finalmente all’opera e si potrà scoprire il calendario delle attività. L’intento è di voler raccontare l’artista a 360 gradi, la vita, la passione teatrale, l’amore e la raccolta di spartiti musicali. Valorizzare la cultura nei suoi vari aspetti: letteratura, arte, pittura, poesia e fotografia. Questo è il punto focale si cui pone l’attenzione la fondazione, per poter mantenere viva l’attività artistica. La struttura organizzativa della Fondazione sarà costituita  da un Consiglio Direttivo composto dai cugini di Lucio Dalla. Presidente: Donatella Grazia, Vice Presidenti: Simone Baroncini e Andrea Faccani. Gli altri componenti il Consiglio Direttivo: Daria Grazia, Patricia Baroncini, Stella Caracchi, Stefano Caracchi, Cinzia Faccani, Annalisa Caligiuri, Alessandra Bonazzi. Presidente Onorario: Umberto (Tobia) Righi. Il Comitato Tecnico (in fase di definizione) avrà un ruolo fondamentale per la vita e lo sviluppo delle attività della Fondazione. Sarà composto soprattutto da personalità qualificate in vari campi, principalmente in campo artistico.

Come canta il buon CoccianteNon dico che dividerei una montagna ma andrei a piedi certamente a Bologna per un amico in più” ….e che amico!

Caro amico ti scrivo così mi distraggo un po’ e siccome sei molto lontano più forte ti scriverò. Da quando sei partito c’è una grossa novità”…e l’anno che verrà è memorabile…!

Certo che “l’amico di Bologna” era un maestro per eccellenza . Ecco come la musica abbraccia tutti, gli artisti compresi. 

Lucio, dall’aspetto buffo, occhialoni e barba, un “Caruso” che ha commosso tutti con le sue canzoni e grandezza d’animo. Di notevole ed inconfondibile voce, mitiche rimarranno le sue smorfie facciali. Dalla scomparsa ad oggi molte sono state le manifestazioni e concerti  in memoria del grande artista Lucio Dalla.


© Riproduzione riservata
Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *