28° Concorso internazionale musicale “Gianluca Campochiaro”

Via alle audizioni, in gara 130 giovani musicisti provenienti da tutto il mondo. Il 2 febbraio concerto di gala e premiazione al Teatro Massimo Bellini

Premiazione 27° concorso 

CATANIA. Entra nel vivo la ventottesima edizione del Concorso internazionale musicale “Gianluca Campochiaro”. Da giovedì 30 gennaio a sabato 1 febbraio, in prestigiose location cittadine, si terranno le audizioni dei giovani musicisti partecipanti. Studenti di conservatori e istituti musicali superiori, provenienti da tutto il mondo, saranno esaminati da giurie di prim’ordine.

Quest’anno sono 130 gli iscritti nelle cinque sezioni del concorso internazionale, un record per la manifestazione organizzata dall’associazione musicale “La città di Bellini per Gianluca Campochiaro” insieme al Comune di Catania e alla Camera di Commercio del Sud Est Sicilia, con il patrocinio e il sostegno di Mibact, Enit – Agenzia Nazionale del Turismo, Regione Siciliana, Università di Catania, Istituto Musicale “V. Bellini”, Teatro Massimo Bellini, Rotary Distretto 2110 e Lions Club Distretto 108 Yb.

I vincitori delle cinque sezioni di concorso – pianoforte, pianoforte quattromani, archi, canto lirico e musica da camera – si esibiranno poi domenica 2 febbraio in occasione del concerto di gala al Teatro Massimo Bellini, che sarà presentato da Roberta Lunghi. Al più meritevole, durante la stessa serata, la giuria assegnerà il primo premio assoluto, intitolato a Gianluca Campochiaro, giovane e talentuoso musicista siciliano scomparso prematuramente nel 1988.

Parallelamente alla competizione internazionale, da quattro anni si svolge anche un concorso nazionale riservato agli studenti di Istituti Comprensivi ad indirizzo musicale, Accademie e Licei musicali, le cui audizioni si terranno nel Palazzo della Cultura.

“Quella di quest’anno – spiega Caterina Campochiaro, presidente dell’associazione “La città di Bellini per Gianluca Campochiaro” – può essere considerata, senza dubbio, l’edizione dei record, non solo per il numero dei partecipanti – 260 in totale – ma anche per la sempre più alta qualità della giuria, formata da musicisti di livello internazionale. Se la manifestazione si è consolidata negli anni fino a non avere eguali in tutto il Meridione d’Italia lo dobbiamo al sostegno delle tante istituzioni e degli enti che ci supportano, a partire dal Comune di Catania e dalla Camera di Commercio. Il nostro obiettivo – aggiunge la presidente Caterina Campochiaro – è quello di sostenere i giovani musicisti e la cultura musicale in tutto il mondo, ma anche di promuovere, a livello internazionale, l’immagine di questa meravigliosa città e delle sue straordinarie bellezze”.

In questa direzione è orientata la scelta di tenere le audizioni in luoghi di pregio, come Palazzo Biscari per il canto lirico, Palazzo della Borsa per le sezioni di pianoforte, il Camplus D’Aragona per gli archi e il Conservatorio “Vincenzo Bellini” per la musica da camera.

Questi i membri della giuria: Daniel Rivera (presidente sezioni Pianoforte e Pianoforte quattromani), Violetta Egorova, Giovanni Cultrera, Franco Mezzena (presidente sezioni Archi e Musica da camera), Yoshaki Shibata, Mauro Cipriani, Alessandro Svab (presidente sezione Canto lirico), Daniela Schillaci, Gabriele Lombardi e Salvatore Vella.

Da quest’anno, il Concorso internazionale musicale “Gianluca Campochiaro” è stato inserito tra le manifestazioni ufficiali del Comitato per la Festa di Sant’Agata nella Città di Catania.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *