2° Memorial Orazio Zaccà – il resoconto della manifestazione

Partecipatissimo evento, in nome del binomio Sport – Solidarietà 

Una folla oceanica si è riversata nei locali della sezione di Catania del Tiro a Segno Nazionale, dove a conclusione delle giornate di gara  si è svolta la cerimonia di premiazione del 2° Memorial Orazio Zaccà. Quest’anno la seconda edizione della competizione è stata caratterizzata dal binomio Sport e Solidarietà, infatti tutti i proventi delle iscrizioni sono andati devoluti a Telethon per il sostegno alla ricerca per la cura delle malattie genetiche.

Considerevole anche la partecipazione di iscritti alle varie categorie di gara che ha rappresentato un vero record di adesioni e che ha visto scendere in pedana dalle forze armate, ai giovanissimi, alle donne, ai paralimpici. I lavori sono stati aperti dal Dott. Carlo Rossitto, Presidente del TSN di Catania che dopo il saluto alle autorità civili e militari presenti e la lettura delle missive augurali inviate dal Dott. Alfio Scuto, Presidente della Corte d’Appello di Catania, dal Gen. Ignazio Gibilaro, Comandante Regionale Sicilia della Guardia di Finanza, dal Col. Alessandro Casarsa, Comandante Provinciale di Catania dei Carabinieri e dal Dott. Gennaro La Delfa Delegato Provinciale di Catania del CONI, impossibilitati a prendere parte alla manifestazione, ha voluto ringraziare i suoi più stretti collaboratori per l’impegno ed il lavoro profuso per la riuscita della manifestazione e la famiglia Zaccà, presente con la vedova Signora Laura ed i figli Alfredo, Emanuele e Francesco, per l’impulso dato e che ha fatto si che la gara si trasformasse in un vero e proprio evento cittadino. A fatto seguito l’intervento del sindaco di Catania Enzo Bianco, che già l’anno scorso in occasione del 1° Memorial, aveva inaugurato l’intitolazione del primo settore del TSN ad Orazio Zaccà, il quale ha ricordato come Zaccà sia stato un esempio per la città di Catania non solo per le sue capacità imprenditoriali ma anche per la passione e l’impegno civile profusi nelle sue molteplici attività sociali e culturali. Il sindaco Bianco ha inoltre evidenziato, con orgoglio e soddisfazione,  il fatto che a Catania si sta sviluppando una forte attenzione verso le problematiche legate al mondo della solidarietà con un impegno sempre crescente della collettività verso iniziative di volontariato finalizzate alla beneficenza e alla solidarietà. La parola e passata al Comm. Salvatore Longo, Questore della Provincia di Catania, che nel ricordare il tratto umano dell’indimenticato Comm. Zaccà, ha ribadito che oggi la città ha bisogno di modelli di legalità, e che le iniziative che legano lo sport alla solidarietà sono la base di sviluppo per la cultura della legalità e per la formazione dei giovani ai valori del vivere civile.

Alla premiazione, oltre al Sindaco, al Questore, al Presidente del Consiglio Comunale di Catania Francesca Raciti ed al Presidente dell’Ordine dei Medici, Dott. Massimo Buscema, si sono avvicendati i rappresentanti delle forze dell’ordine e dei corpi militari fra cui il Col. Distefano per l’Esercito, il Col. Arena per l’Aeronautica Militare, il Magg. Failla del  Corpo Militare della Croce Rossa Italiana, il Cap. Dumo per la Guardia di Finanza. Presenti inoltre le delegazioni delle benemerite associazioni dei Carabinieri, della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza di cui Orazio Zaccà era socio benemerito ed i rappresentanti di numerose associazioni di volontariato operanti nel settore della protezione civile, dell’assistenza sociale e della polizia privata. La manifestazione si è conclusa con la simbolica consegna dell’assegno gigante al Coordinatore della provincia di Catania di Telethon, Dott. Maurizio Gibilaro, il quale ha consegrato due attestati di benemerenza della Fondazione al Cav. Francesco Zaccà ed al Dott. Carlo Rossitto auspicando che dal successo dell’iniziativa si possa dare avvio ad una fattiva e duratura collaborazione. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *