Corti in Cortile. Il cinema, in breve. Festival Internazionale del Cortometraggio XII edizione

CATANIA – Distanziati eppure vicini: la dodicesima edizione di Corti in Cortile, il Festival Internazionale del Cortometraggio, torna a Catania, al Palazzo della Cultura, dall’11 al 13 settembre e, nel pieno rispetto delle norme anticovid, è pronta ad accogliere il suo affezionato pubblico. Globus award al Corto Siciliano.

logocc

Ideato dall’Associazione Visione Arte – in coorganizzazione con il Comune di Catania Assessorato alla Cultura e in collaborazione con la Comune di Catania Assessorato alla Cultura – l’evento diretto da Davide Catalano, mente creativa e braccio esecutivo dell’intera manifestazione, come ogni anno propone una programmazione diurna e una serale, ricche di appuntamenti cinematografici, incontri con addetti ai lavori, workshop, seminari e proiezioni.

Tra le novità di questa edizione la sezione dedicata ai Cortometraggi LGBT curata da Paolo Patanè ed Emanuele Liotta, la visione dei Cortometraggi Sperimentali di Salvo Cuccia, i Cortometraggi Horror a cura di Francesca Aversa, la Masterclass “Dal Cinema tradizionale, alle nuove piattaforme on demand” di Ivan Scinardo, e la presentazione del libro di Giampiero Calapà “A un passo da Provenzano”.

Confermati, a partire dalla mattina di venerdì 11, gli appuntamenti con Cinema e Ambiente, a cura di Liliana Parisi, amministratore delegato di Sicilgrassi, partner dell’evento; Cinema e Psichiatria di Totò Calì; il ciclo di incontri Immaginario non Immaginario di Davide Bennato; i Corti scolastici di Pina Arena. I Cortometraggi siciliani a cura di Beppe Manno e Francesca Aversa (all’interno della sezione sarà consegnato dal Direttore Enzo Stroscio il Globus Award, Premio della critica televisiva e cinematografica), la sezione Cortometraggi d’animazione gestita da Emanuele Rauco, il tour alla scoperta delle location dei set cinematografici catanesi MovieTour, di Elena Granata, e la Tavola Rotonda a cura di Cateno Piazza e Davide Catalano sull’impatto del Filmfestival e del cinema sul turismo.

Torna anche Spot in 3 giorni, il contest nel contest ideato da Francesco Di Mauro e Adriano Spadaro, seminario pratico per vivere l’ebbrezza di girare un corto in settantadue ore.

70592085_10214695375833759_820426542667530240_o

All’interno della location sarà anche allestito un Salotto culturale, occasione di incontro e confronto con registi, produttori e distributori europei di cinema breve a contatto con le realtà televisive e culturali della Sicilia.

Dalle in poi 21 spazio al concorso di cortometraggi, cuore pulsante del Festival, condotto come ogni anno dalla giornalista Simona Pulvirenti, con la proiezione dei ventuno corti finalisti che saranno votati da una giuria dell’eccezione, composta da: Ugo Di Tullio, docente di Organizzazione e legislazione dello spettacolo teatrale e cinematografico, Università di Pisa, e consulente finanziario per produzioni cinematografiche, Ivan Scinardo, giornalista, Direttore del Centro Sperimentale Cinematografia di Palermo, Salvo Cuccia, regista e sceneggiatore, Davide Bennato, docente di Sociologia dei processi culturali e comunicativi presso l’Università degli Studi di Catania, Manuela Ventura, attrice catanese, Davide Catalano, direttore artistico Corti in Cortile, il Cinema in breve.CinC2020

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *