Catania: Coronavirus, al via piano aiuti alimentari con card Buono Spesa

La giunta comunale presieduta da Salvo Pogliese, riunita in videoconferenza, su proposta dell’assessore ai servizi sociali Giuseppe Lombardo ha deliberato i criteri generali per l’assegnazione dei “Buoni Spesa” fino a esaurimento dei fondi assegnati dalla Protezione Civile nazionale e dal governo della Regione Siciliana

download

La giunta comunale presieduta da Salvo Pogliese, riunita in videoconferenza, su proposta dell’assessore ai servizi sociali Giuseppe Lombardo ha deliberato i criteri generali per l’assegnazione dei “Buoni Spesa” fino a esaurimento dei fondi assegnati dalla Protezione Civile nazionale e dal governo della Regione Siciliana.

L’assegnazione avverrà tramite una card, il cui valore sarà determinato con successivo atto di gestione, destinata alle famiglie in difficoltà residenti nel Comune di Catania, da utilizzare per l’acquisto di generi alimentari e beni di prima necessità, negli esercizi commerciali del territorio comunale aderenti all’iniziativa.

Possono usufruire del Buono Spesa, coerentemente alle disposizioni nazionali:

– persone e nuclei familiari che versano in stato di bisogno già note ai servizi sociali;

-persone e nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza sanitaria

che si trovano in stato di bisogno con mancanza di denaro/liquidità a causa della perdita di lavoro,

dando priorità ai soggetti e nuclei familiari che disoccupati /inoccupati non beneficiano di sostegno pubblico (RDC-REI—NASPI-Indennità di mobilità-Cassa Integrazione Guadagni e altre

forme di sostegno). In questa categoria sono ricompresi anche coloro i quali sono titolari di aziende

in forma singola o associata e titolari di partita IVA che hanno dovuto chiudere o che hanno subito drastiche diminuzione di reddito, lavoratori occasionali che pur avendo contratti attivi, hanno

subito una contrazione del lavoro;

– persone e nuclei familiari in stato di bisogno ma percettori di sostegni pubblici, solo dopo avere esaurito la platea dei soggetti e nuclei familiari precedentemente citati destinatari della misura assistenziale.

Nella giornata di domani venerdì 3 aprile verrà pubblicato avviso pubblico con modulo di domanda da compilare e inviare.


© Riproduzione riservata
Tags:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *