Danilo Arena, l’attore dalle tante personalità cinematografiche

Danilo, classe 1994, nasce a Catania ma vive a Roma per lavoro. È un attore che riesce ad immedesimarsi in tutto quello che fa, immortalando la la vita coi tempi morti tagliati con la macchina produttiva del cinema. Si diploma al CAMS con una tesi dal titolo “Il Mio Cinema“. 

da

Danilo pensa da esperto, se nuota s’immagina un grande nuotatore, se fa Karate si crede un grande karateka e se balla pensa di essere un famoso ballerino, nonostante la madre gli diceva sempre: “Danilo, tu non hai personalità”. Da quel momento capì che la sua vita era il cinema, essere attore.

Danilo, che attore sei? Quali qualità deve avere un bravo attore?

«Sono un attore trasformista. La qualità che deve avere un attore è quella di essere spogliato da ogni inibizione, di essere argilla, di essere ed imporre al proprio cervello di essere il personaggio che sta portando il scena.»

Fare l’attore, per te, è stata una scelta professionale o è una scelta di vita?

«Una scelta di vita. Essere attore è la mia vita.»

Quali sono state le figure che hanno influenzato la tua curiosità artistica?

«Renato Zero, AL Pacino, mio padre.. e tantissimi altri.»

Ti senti più a tuo agio sul set di un film o sul palcoscenico?

«Assolutamente sul set di un film.. è quella la scelta che ho fatto. Sono un attore cinematografico.»

Qual è stata l’esperienza più significativa della tua carriera?

«Tutte le esperienze che ho avuto hanno un significato, ma quelle più significative credo che ancora debbano ancora arrivare.»

Al momento, visto l’agitazione che stiamo vivendo, stai preparando qualcosa di nuovo? Ce ne puoi parlare?

«Ho la fortuna che questa quarantena non mi sta pesando più di tanto. Sto lavorando al  mio nuovo Showreel dal titolo  “Correva l’anno 2019”. Passo infatti le mie giornate col mio collaboratore Salvo Gravina, col quale stiamo ultimando il montaggio.»

Danilo, fare l’attore: cosa non può mancare per riuscirci? E cosa ti sentiresti di consigliare a un giovane collega che sogna di intraprendere questa strada professionale?

«Sacrificio, passione, costanza, il volerlo fare con tutto se stesso e la motivazione dentro il proprio cuore, che deve essere grande.. queste sono le cose che non possono mancare. Per il resto come ho detto, dico e dirò sempre, non ho consigli da dare, perchè ognuno la la propria strada ed il proprio cammino.»

Danilo, cosa fai al tuo risveglio?

«Al momento apro gli occhi,  do il buongiorno a chi ho nel cuore, mi faccio un caffè e accendo una sigaretta.»

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *