La HJO Jazz Orchestra omaggia Glenn Miller

Uno spettacolo per note, immagini e parole, diretto dal regista Ezio Donato, che celebra la storia artistica del trombonista e direttore d’orchestra statunitense, ma soprattutto la sua grandezza musicale.

HJO_Ambasciatori
Musica, parole e immagini sull’eroe americano di musica swing. Dopo il grande successo inaugurale la Stagione Swing della HJO Jazz Orchestra, la big band di ispirazione americana nata dall’idea di Benvenuto Ramaci, direttore musicale della formazione, prosegue la sua programmazione venerdì 31 gennaio alle ore 20.30 al Teatro Ambasciatori di Catania con lo spettacolo “Glenn Miller Story”, un grande omaggio al trombonista, compositore e direttore d’orchestra statunitense – primo Disco d’Oro della storia della musica nel 1942 con “Chattanooga Choo Choo” -, considerato una delle figure più carismatiche della musica della prima metà del Novecento.
Questa volta la HJO Jazz Orchestra diretta da Benvenuto Ramaci propone al suo pubblico più di un semplice concerto, ma un vero e proprio
omaggio per note, immagini e parole diretto dalla sapiente regia di Ezio Donato – anche in scena come voce recitante al fianco di Raffaella Bella -, che ripercorrerà la storia artistica dell’illuminato musicista, ma soprattutto la grandezza musicale di Glenn Miller, musicista particolarmente famoso anche per la sua Big band, nota per la corposa sezioni di fiati, ed esecutore di alcuni dei più celebri brani dello swing come Moonlight Serenade (di cui fu autore), In the Mood, Chattanooga Choo Choo e American Patrol: tutte melodie estremamente orecchiabili e quindi adatte anche ad un pubblico meno avvezzo al jazz.
«Lo spettacolo vuole essere un omaggio a questo grande musicista – scrive Ezio Donato nelle note di regia – , la cui vita e la cui opera sono ormai entrati nella leggenda. Le sue musiche, che continuano ad essere suonate e interpretate ancora oggi, moltissimi le riconoscono dalle prime note, anche se non tutti sanno chi fu Glenn Miller e quale fu il suo contributo nel creare e diffondere una musica che all’indomani della Seconda Guerra Mondiale rappresentò la liberazione, non solo militare ma soprattutto culturale, dall’oppressione nazi-fascista.
Come questo sia potuto avvenire e come le generazioni successive continuino ad amare questa musica sarà raccontato attraverso notizie dell’epoca, rare immagini delle sue performance, testimonianze di amici e soprattutto il suo grande amore per la moglie Helen, che contribuì non poco al suo successo».
Raffaella Bella
“Glenn Miller Story” e le magiche armonie della ‘swing-era’ trasporteranno il pubblico nell’immaginario di allora: un tributo all’epoca e ai protagonisti di un genere musicale che ha fatto innamorare il mondo, e che ancora oggi entusiasma migliaia di appassionati.
La Stagione Swing della HJO Jazz Orchestra prosegue nel giorno di San Valentino, venerdì 14 febbraio, con il concerto “Love Songs” che non poteva che essere dedicato a tutte le più belle canzoni d’amore che saranno proposte dalla HJO Jazz Orchestra e dalla voce di Anita Vitale, la cantante e musicista messinese conosciuta a livello internazionale.
GLENN MILLER STORY
Regia e drammaturgia: Ezio Donato
Voci recitanti: Ezio Donato e Raffaella Bella
Video: Paolo Merlini
 
HJO Jazz Orchestra
Direttore: Sebastiano Benvenuto Ramaci
Sax: Andrea Iurianello, Vito Latora, Daniele Limpido, Leonardo Ragaglia, Giovanni La Ferla
Trombe: Giuseppe Spampinato, Matteo Frisenna, Dario Scimone, Salvo Musumeci
Tromboni: Boris Latina, Alfredo Vitale, Rosario Patania, Nicola Crescenzi
Chitarra: Sergio Casabianca
Piano: Angelo Fichera
Contrabbasso: Luca Nicotra
Batteria: Stefano Ruscica
INFORMAZIONI
HJO JAZZ ORCHESTRA- STAGIONE SWING 2019/2020
Direzione artistica Giuseppe Calanna – Direzione musicale Sebastiano Benvenuto Ramaci.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *