Calcio Catania, dominio e vittoria contro l’Avellino

Curiale e Sarno, con una doppietta, rispondono alla rete marcata da Zullo ad inizio gara. Per gli etnei ci sono tre punti pesantissimi conquistati contro l’Avellino

received_165481574773581

Allo stadio Angelo Massimino torna in scena il Catania dopo il pareggio casalingo di tre giorni fa per 1-1 contro il Potenza. Rosso-azzurri che nella seconda uscita del 2020 fra le propria mura amiche sono riusciti ad imporsi per 3-1 sull’Avellino di Ezio Capuano. Gli ospiti sfruttano l’unica occasione della partita per portarsi in vantaggio, ma un Catania capace di non abbattersi, riesce a riprendere la sfida sul finale di primo tempo ed a ribaltarla completamente giocando prevalentemente nella trequarti campo avversaria nel corso della ripresa.

PRIMO TEMPO
Inizio gara che rispecchia l’andamento di questa stagione per i ragazzi di Cristiano Lucarelli. Gioco particolarmente equilibrato e gestito da parte di entrambe le compagini all’altezza della linea mediana di centrocampo. I padroni di casa si presentano con le occasioni più ghiotte nel corso dei primi quarantacinque minuti, ma a sbloccare il match sono gli ospiti alla prima buona occasione grazie a Zullo, il quale sfrutta un errore di Furlan successivo a un calcio di punizione per portare l’Avellino in vantaggio sotto le pendici dell’Etna. Vantaggio che dura solamente cinque minuti per la rosa di mister Capuano, perché al quarantaquattresimo minuto di gioco è Davis Curiale a pareggiare la partita con un gol di rapina che non lascia scampo alla retroguardia bianco-verde. Da segnalare anche un buon primo tempo da parte del nuovo numero 10 Curcio, il quale si è fatto trovare pronto dai nuovi compagni di squadra. Prima frazione di gioco che si conclude con le due squadre a riposo con il parziale di 1-1.

SECONDO TEMPO
Nel secondo tempo c’è un Catania totalmente diverso rispetto a quello visto nel corso dei primi quarantacinque minuti. Lucarelli inserisce sul terreno di gioco Sarno e Barisci; con il primo che si prende in mano le redini dell’attacco etneo, nonostante qualche piccolo errore causato da una forma fisica non ancora al top, cambiando nettamente le sorti del match. Infatti, su una mischia su calcio d’angolo, l’arbitro vede una trattenuta ai danni di un calciatore rosso-azzurro e concede il penalty ai padroni di casa. Rigore trasformato magistralmente proprio dal numero 7 (Sarno) che porta avanti i propri compagni di squadra nel parziale totale. L’Avellino prova a reagire, ma il Catania della ripresa sembra una squadra completamente diversa rispetto a quella vista in questi ultimi mesi e lo dimostra chiudendo benissimo in fase difensiva e sapendo sfruttare le occasioni di ripartenza. A due minuti dalla fine lo stesso Sarno appoggia in tap-in vincente la rete del 3-1 chiudendo una partita nettamente dominata dai rosso-azzurri.

Dopo il triplice fischio aria di festa allo stadio Massimino, dove i pochi tifosi presenti hanno applaudito come mancava da tempo e incitato lo stesso allenatore etneo che ormai giorno dopo giorno, e nonostante tutte le difficoltà di questo periodo turbolento, sta riuscendo a compattare sempre più una squadra ferita sotto molti aspetti; dunque, ottimo lavoro per Lucarelli e il suo staff che pian piano stanno cercando di compiere un’impresa sulla carta titanica. Al campo l’ultima parola, a Lucarelli i complimenti per il lavoro svolto fino ad ora sulla panchina del Catania.

Prossimo week-end che vedrà il Catania impegnato in trasferta sul campo della Viterbese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *