“Le parole note”, incontro tra la poesia recitata da Giancarlo Giannini e la musica del Marco Zurzolo 4et

Il recital dell’attore spezzino attinge alle parole di Neruda, Lorca, Màrquez, Shakespeare, Angiolieri e Salinas per decantare l’amore, la passione e la vita.

Giancarlo Giannini
La stagione del Teatro Garibaldi di Enna intitolata “Flussi continui”, organizzata dall’Amministrazione comunale e impaginata da Lorenza Denaro, Emanuele Primavera e Franz Cantalupo, prosegue martedì 21 gennaio alle ore 20.30, con il recital di un fuoriclasse del teatro italiano.
Si tratta di Giancarlo Giannini, attore che durante ha interpretato un’ampia gamma di personaggi, che porterà sul palcoscenico ennese il fortunato recital “Le parole note”, singolare incontro tra letteratura e musica.
L’attore spezzino, particolarmente esperto nell’analisi della parola, reciterà una serie di brani e poesie di autori quali Pablo Neruda, Garcia Lorca, Gabriel García Márquez, ma anche di autori più classici come William Shakespeare, Cecco Angiolieri, Pedro Salinas.
Vari autori ma un unico tema: l’amore, la donna, la passione, la vita. Giancarlo Giannini sul palco sarà accompagnato dalle note inedite appositamente scritte dal sassofonista partenopeo Marco Zurzolo, e suonate dal suo quartetto. Per il resto la scena sarà sua: della sua recitazione, della sua voce calda e penetrante che condurrà gli spettatori in atmosfere ora mistiche, ora malinconiche, amorose, ed ironiche, per un viaggio che dal 1200 arriverà fino ai giorni nostri, e che non risparmierà grandi emozioni. Giancarlo Giannini- attore tra i più amati del cinema italiano, regista e sceneggiatore oltre che doppiatore – nel 1973 si è aggiudicato il Prix d’interprétation masculine al Festival di Cannes e nel 1976 la candidatura all’Oscar quale miglior attore per “Pasqualino Settebellezze”, entrambi diretti da Lina Wertmüller. Ha inoltre vinto sei David di Donatello, cinque Nastri d’argento e cinque Globi d’oro. Nel 2009 ha ricevuto una stella sull’Italian Walk of Fame di Toronto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *