Calcio Catania, contro il Potenza non si va oltre l’1-1

Al Massimino i rosso-azzurri pareggiano nella prima gara casalinga del 2020. Adesso non ci sarà tempo per riposare e già mercoledì si tornerà in campo, nuovamente in casa, contro l’Avellino

5 (1)

Un pareggio che lascia l’amaro in bocca ai ragazzi di Lucarelli. Catania che non va oltre l’1-1 contro il Potenza al Massimino dopo una gara ben gestita atleticamente ma che lascia molte lacune per quanto riguarda la fase offensiva dove, la squadra mostra serie difficoltà nell’andare a rete.

PRIMO TEMPO
L’approccio al match da parte del Catania sembra propositivo. Già nei primi minuti di gioco i ragazzi di Cristiano Lucarelli si rendono pericolosi negli ultimi sedici metri, prima con Di Molfetta, il quale si divora il gol del vantaggio e successivamente in una serie ripetuta di corner consecutivi conquistati, dal quale però non arriva nessuno spiovente che possa mettere in difficoltà l’estremo difensore rosso-blu. Potenza che nonostante non riesca a trovare azioni offensive pericolose, sblocca la partita con Ferri Marini che da posizione irregolare, riceve il pallone direttamente da Calapai che rimettendolo in gioco, gli concede di andare a tu per tu contro Furlan e ad insaccare la sfera alle spalle del numero 1 etneo. I padroni di casa non subiscono il contraccolpo psicologico e provano a pareggiare la gara con Barisic, ma dauna posizione simile a quella di un rigore il movimento, scarica la sfera sopra la traversa di Ioime. Il Potenza alza il proprio baricentro al venticinquesimo minuto e  quattro  minuti dopo va vicinissimo al raddoppio con Viteritti che in diagonale non riesce a battere Furlan per la seconda volta. Gol sbagliato e gol subito che questa volta si ripercuote al contrario e sull’azione successiva in favore della compagine ospitante, il Catania trova il calcio di rigore realizzato da Curiale che rimette il match in parità (1-1).

SECONDO TEMPO
Nel secondo tempo il Potenza sembra prendere le redini del gioco. Da un calcio di punizione da destra il primo campanello d’allarme per la difesa del Catania che permette agli avversari di potersi rendere pericolosi. Curiale e Barisic in 2 contro 1 hanno la possibilità portare in vantaggio il Catania, ma il numero 11 goffamente non riesce a far filtrare il pallone permettendo ai rosso-blu di poter ripartire. Al dodicesimo minuto Lucarelli ricorre ai primi cambi facendo subentrare sul terreno di gioco Saporetti al posto di Pinto e il nuovo acquisto Curcio per Calapai. Lo stesso Saporetti abbandonerà il campo una decina di minuti più tardi a causa di un infortunio. Verso la mezz’ora mister Lucarelli inserisce nell’undici anche Vicente al posto di Rizzo, cercando di dare maggiore compattezza al reparto mediano.
Nel finale non succede più nulla e dunque, un punto ciascuno per entrambe le compagini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *