Calcio Catania, Lucarelli: “Orgoglioso di essere stato richiamato in un momento di difficoltà”

Il tecnico etneo parla del mercato che è stato e che sarà nelle prossime settimane, delle proprie sensazioni e di come i ragazzi si stanno approcciando a questa seconda parte di stagione 

81706416_2672992602737078_5081712503268835328_o

Prima conferenza stampa del 2020 per mister Lucarelli, a due giorni dal delicato match esterno contro la Virtus Francavilla. Queste in sintesi le dichiarazioni del tecnico presso la sala stampa di Torre del Grifo Village.
“Ero consapevole di quale fosse la situazione qui, quindi non mi sono pentito della scelta che ho fatto. Ho vissuto una condizione simile a Messina e mio fratello l’ha vissuta a Parma, ma eravamo in grado di capire la situazione. Non credo che i nuovi arrivati, Vicente e Curcio siano doppioni. Non avevamo gente con queste specifiche caratteristiche e siamo contenti di averli presi. Sicuramente speriamo che arrivi il tesseramento per entrambi entro domenica, e non so se partiranno titolari già nella prossima partita anche perché fisicamente non sono prontissimi e ci sarà per entrambi un pochino da aspettare.
Il mercato lo stiamo facendo insieme all’amministratore delegato che è dimissionario ma si trova ancora al suo ruolo e stiamo cercando di sistemare e operare sulla rosa al massimo di quella che è l’attuale situazione economica del momento. Su Manneh, non aveva giocato moltissimo a Carrara con il cambio di modulo e, dunque, abbiamo pensato di farlo rientrare a Catania con l’augurio che possa darci un contributo per questa seconda parte di stagione. Siamo anche consapevoli che sul mercato non possiamo andare a fare nomi e non vogliamo nemmeno illudere nessuno, quindi preferiamo continuare a lavorare su di esso a fari spenti. Su Lodi, ha trovato una grossa squadra di categoria che gli allungava anche il contratto ed è giusto che abbia preso questa nuova squadra. Sull’attuale situazione extra campo, è normale che io abbia una mia idea che però non interessa (com’è giusto che sia) a nessuno, ma non sono arrivati mai punti di penalizzazione, un segno che l’attuale società ha sempre pagato.
Ad oggi, per quanto riguarda la rosa, ho dato una lista di gente incedibile per me, ma se dovesse arrivare una grossa offerta per qualcuno, poi sarà la società a prendere la decisione finale.
Sul discorso del messaggio che è stato mandato, posso dirvi che un vantaggio ce l’ha avuto, ovvero quello di cedere sei giocatori a gennaio senza difficoltà e a mandare un messaggio così ad altre società. Ovviamente ci sono stati anche dei contro perché con alcuni c’è stato chi si è spaventato di questa situazione soprattutto per il mercato in entrata perché qualcuno ha pensato “chi me lo fa fare ad andare ora a Catania”, ma vi assicuro che molti altri si sono anche proposti di venire a giocare qui, parliamo anche di nomi grossi per la categoria.
So che è difficile tutta questa situazione, ma posso anche dirvi che questa missione titanica sul campo, noi vogliamo provarci fino alla fine”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *