Meta C5: Pesaro stende gli etnei nella ripresa

I campioni d’Italia dell’Italservice Pesaro superano la Meta Catania con un 3-0 concretizzatosi nella ripresa a causa di alcune (e piccole) disattenzioni 

Terzo KO consecutivo per i ragazzi di mister Samperi. Questa volta a lasciare gli etnei senza punti nel breve tempo è stata la compagine campione d’Italia in carica dell’Italservice Pesaro. Gara molto equilibrata per tutti il corso dei quaranta minuti regolamentari e decisa solamente nella ripresa dalla squadra ospite. 3-0 il risultato finale per i bianco-rossi, ma comunque adesso ci sarà il tempo per riposare e riorganizzare le idee in vista della seconda metà di campionato. Sulla partita e su ciò che ha danneggiato lo spettacolo, ci sono da sottolineare, invece, le continue interruzioni dovute ai continui blocchi del tabellone che hanno messo in seria difficoltà l’arbitro al crono Brischetto di Acireale e i suoi due colleghi. Strano però, che proprio il fischietto acese sia l’unico direttore di gara (oggi e non solo) a trovar difficoltà con il tabellone del PalaCatania. Tornando al futsal giocato però, questa in sintesi la cronaca del match.

PRIMO TEMPO
Un approccio di gara ponderato da parte di entrambe le squadre sul parquet. Pesaro crea di meno rispetto ai padroni di casa ma mette in seria difficoltà la retroguardia etnea e l’estremo difensore Perez. Per i rosso-azzurri con Cesaroni e Perez arrivano gli squilli più ghiotti ma anche fra le fila di mister Samperi la rete non arriva. Primo tempo che si chiude a reti inviolate ma con mister Colini che viene allontanato per reiterate proteste nei confronti dei direttori di gara.

SECONDO TEMPO
Il palo di Rossetti è la vera opportunità per il Catania per portarsi in vantaggio e indirizzare la gara verso la vittoria, ma la porta sembra stregata e non si riesce a infrangere la porta della squadra campione d’Italia. L’esperienza e l’occasione permette a Pesaro di portarsi in vantaggio e in due minuti è Padilha ha siglare una doppietta che taglia le gambe alla Meta, prima di siglare la terza marcatura con De Oliveira a poco più di dieci minuti dalla fine. Non c’è più tempo per recuperare e la Meta cade ancora nonostante una buona prestazione messa in mostra fra le propria mura amiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *