Caltagirone, il Vescovo all’Hospice: «Il Natale ci ricorda che la luce di Cristo viene sempre a illuminare la nostra vita»

In occasione delle festività natalizie, S.E. mons. Calogero Peri, vescovo di Caltagirone, ha incontrato i pazienti e gli operatori dell’Hospice “G. Fanales”.

ASP Catania - caltagirone. vescovo visita hospice - 14.12.2019
Il pastore della Chiesa calatina è stato accolto dal dirigente medico dell’Hospice, dr.ssa Dora Mazzarino.
Presenti gli operatori, i familiari dei pazienti, la presidente del Gruppo missionario ospedaliero, Maria Concetta Iudica, e diversi volontari.
«In questo luogo particolare, il messaggio del Natale ci sta tutto – ha detto mons. Peri -, perché il Natale è un invito alla gioia e alla speranza che Gesù ci ha rivolto venendo al mondo in una notte, dentro una grotta, nei momenti bui della nostra vita. Il Natale ci ricorda che la luce di Cristo viene sempre a illuminare la nostra vita. Rivolgo quindi i miei auguri di buon Natale agli ospiti di questa struttura, ma anche agli “angeli custodi” che annunziano loro la gioia e la speranza, con il loro sorriso, la loro vicinanza e la presenza».
Dotato di 10 posti letto, l’Hospice è l’unica struttura residenziale territoriale, a carattere socio- sanitario, integrata nella Rete locale di cure palliative, rivolta ai pazienti affetti da malattie evolutive in fase avanzata: malattie oncologiche, neurologiche, respiratorie, cardiologiche.
ASP Catania - caltagirone. vescovo visita hospice - 14.12.2019 (2)
La struttura è diretta dalla dr.ssa Angela Fiumara, direttore del Distretto sanitario di Caltagirone; il governo clinico è assegnato alla dr.ssa Mazzarino.
«Ringrazio il Vescovo per l’attenzione che rivolge al nostro servizio – ha detto la dr.ssa Mazzarino -. La sua presenza, per noi, è sempre un incoraggiamento e una sollecitazione a fare di più e meglio, mettendo al centro del nostro lavoro il malato e la sua famiglia».
L’obiettivo principale dell’Hospice è la promozione della migliore qualità di vita dei pazienti ricoverati, alleviando prima di tutto il loro dolore, e finalizzando le cure al controllo dei sintomi, al sostegno psicologico e spirituale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *