Calcio Catania, parla Lucarelli prima dei sedicesimi di Coppa

In un momento un po’ delicato sul cammino degli etnei ci sarà la ancora la Sicula Leonzio e i rosso-azzurri hanno voglia di riscattare subito la brutta sconfitta in campionato a Catanzaro

d6838719-b94f-4bff-84de-0ed3c0d7301e

Si è svolta a Torre del Grifo Village, presso la sala conferenze, il consueto incontro con la stampa, da parte del tecnico Cristiano Lucarelli, alla vigilia della sfida di domani sera contro la Sicula Leonzio. Match valido per i sedicesimi di finale della Coppa Italia di Serie C.
Queste in sintesi le parole dell’allenatore etneo alle domande dei giornalisti presenti.
“Non pensavo che potesse andare male la sfida di Catanzaro. Loro si trovavano nelle idee di due buoni allenatori, ovvero Auteri e Grassadonia. Sapevamo di dover fare un risultato positivo, ma ero consapevole che poteva non andare bene. Il mio sorriso viene dal fatto che è stato il miglior impatto dal punto di vista mentale. Abbiamo permesso solo una volta al Catanzaro di affacciarsi prima dell’espulsione di Bucolo e come impatto sulla partita io sono molto soddisfatto della gara. Dal punto di vista mentale ho visto dei passi in avanti e dobbiamo continuare su questa strada. Ovviamente sono arrabbiato della sconfitta e mi brucia, però dovevamo migliorare questi aspetti e ci stiamo riuscendo. Dobbiamo anche fare delle scelte. Io con molti ragazzi sono legato anche fuori dal campo, ma qui sono tornato per fare il bene del Catania e non possiamo soffermarci sul passato. Ha portato a qualcosa? Siamo in Serie A o B? No, quindi dobbiamo avere anche il coraggio di fare determinate scelte per il bene di questo club. Come ci possiamo riuscire? Lavorando, muovendoci sul mercato quando ci sarà bisogno e con il supporto della squadra e di tutti ci possiamo riuscire. La partita di domani con la Sicula Leonzio non è decisiva, ma è importante perché può essere un buon trampolino di lancio per una stagione che sicuramente è da recuperare. Domani sera metteremo in campo la migliore squadra possibile per cercare di passare il turno, ovviamente anche a seconda di chi starà meglio fisicamente. In porta giocherà Martinez perché con lui avevamo determinati accordi per quanto riguarda la Coppa Italia di Serie C, anche perché è il nostro secondo portiere ed è giusto dar minutaggio anche a lui. Tornando sul match di Catanzaro, non voglio che sia un alibi, ma il vento ci ha giocato contro come due anni fa sempre al Ceravolo, dove con il vento a favore nel secondo tempo siamo riusciti a farne quattro ai padroni di casa. In ogni caso, adesso bisogno pensare a guardare avanti e piano piano cercare di dare il massimo e sistemare ciò che non va. Sull’infermeria, nonostante il naso rotto, Pinto è uno di quelli che più si sacrifica per questo gruppo, anche se è stato criticato spesso e volentieri. Sarno, invece, non so quando potrà rientrare perché si è complicato il suo rientro a causa dell’infortunio”. 
Al termine della conferenza stampa, l’amministratore delegato Pietro Lo Monaco ha presentato, sempre in sala conferenze, le aziende che vestiranno il Calcio Catania fuori dal campo, ovvero Twenty-One e CallagHan.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *