M5s: prima vittoria per la tutela dei prodotti italiani

Ben 26 dei 100 prodotti agroalimentari europei che verranno tutelati negli scambi Europa-Cina, sono italiani.

74592151_3748551345162370_7708906735095775232_o

È un bel risultato poiché si difendono dalle imitazioni alcune eccellenze come il Grana, la Mozzarella di bufala, il Prosecco che subiscono danni a causa delle imitazioni e dell’usurpazione del nome.
È allo stesso tempo un risultato insufficiente poiché nella lista dei prodotti “protetti” mancano molte eccellenze del Sud e delle Isole: arance rosse, Uva Italia, pomodori di Pachino, Pistacchio di Bronte, Pecorino sardo, Marsala, Burrata di Andria, mandorle di Avola ed altri che meritano tutela.

L’accordo fra Europa e Cina sul reciproco riconoscimento di cento prodotti Igp va nella giusta direzione. Adesso però si ci aspettiamo che, con eguale forza, la futura Commissione europea lavori per tutelare e proteggere anche i prodotti del Sud Italia. A parte qualche rara eccezione, notiamo infatti che la lista dei prodotti tutelati nell’accordo Ue-Cina premia esclusivamente i prodotti del Nord. Bene, ma bisogna fare di più: dal vino Marsala all’Uva da Tavola di Mazzarrone, dai pomodori pachino alle arance rosse di Sicilia, dai pistacchi di Bronte all’olio di Calabria, le nostre eccellenze sono tante, invidiate e imitate in tutto il mondo. Al Parlamento europeo faranno sentire la loro voce per difendere il Made in Italy e l’agricoltura da Nord a Sud, a sostenerlo l’europarlamentare del Movimento 5 Stelle Dino Giarrusso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *