A Palermo la biennale di Sicilia 2019 – 2020 “Arte figurative ed astratte contemporanee”

L’otto Novembre si inaugurerà la Biennale di Sicilia 2019 – 2020 “Arte figurative ed astratte contemporanee”  con il patrocinio della citta’ metropolitana di Palermo.

61976115_2108576989269706_3873553574591987712_o

61 saranno gli artisti, tra pittori e fotografi, che esporranno, fino al 22 Novembre  a Palazzo Jung  a Palermo.

“La Biennale di Sicilia, un’opportunita’ per tanti artisti siciliani di dimostrare la propria bravura in campo artistico perche’ la Sicilia, da sempre terra di grandi talenti, continui ad essere terreno fertile per la nostra storia e per la nostra  cultura, e soltanto con questi straordinari eventi possiamo mettere in luce le qualita’ professionali dei nostri giovani artisti che sicuramente meritano un posto in prima fila. Da anni desideravo organizzare una grande manifestazione che portasse questa intestazione dedicata alla talentuosita’ dei nostri pittori che hanno tanto  da annoverare e tanto da insegnare al mondo intero”

Con queste parole si e’ espresso il direttore artistico  della BIENNALE DI SICILIA Mauri Lucchese , nonche’  lui stesso pittore,  scrittore e storico della citta’ di Palermo che ama moltissimo.

Il direttore artisrtico della sezione  fotografi sara’ Giovanni Artale, lui stesso fotografo pluripremiato, che ha coinvolto anche il Circolo Fotografico Immagine e  l’Unione  Italiana Fotoamatori.

21 saranno i fotografi che esporanno alla Biennale di Sicilia  e 40 saranno i pittori alcuni dei  quali provenienti da tutta la Sicilia.

Presente il Globus Magazine con l’inviata, per la redazione di Palermo, Chiara Fici, che svolgera’ il ruolo di direttrice artistica delle esibizioni musicali, regista della manifestazione e  presentera’ il pomeriggio culturale.

Il nastro verra’ tagliato alle 16, 00  da Giulio Cusumano, consigliere  comunale della citta’ di Palermo, da Rosa Saladino, Dirigente citta’ metropitana di Palermo da Mauri Lucchese e  da Chiara Fici.

62507191_482698505834332_680941569854930944_o

Allieteranno  la festa  due  grandi musiciste: il maestro Giovanna Pia Ferrara e Noemi Roccaforte, che con i loro violini eseguiranno dei pezzi  musicali  antichi e sempre di moda.

Presente Ficarazzi Oggi  ed il suo presidente Mimmo Bessone;  un blog  con piu’ di 10 mila like e SicilmedTv ed il suo presidente Angelo Marano. Ringraziamo anche il server Franco  Bellanca.

Anita Vitrano leggera’ una sua  poesia dedicata alla nostra  Sicilia, aprira’ ufficialmente il pomeriggio artistico.

Moltissimi gli esponenti  del mondo dell’arte e della cultura che  parteciperanno come ospiti. L’Associazione Agricoltori Uniti presente  come rappresentante Agostino Cascio, Filippo Lo Iacono artista pluripremiato e opinion leader e la giornalista Marianna La Barbera. Un discorso a  parte meritano William Viviano, campione europeo di freccette  anche lui siciliano, Piera Maria Loiacono e Salvatore Cangelosi rispettivamente segretario Partito Democrazia e Costituzione e  segretario provinciale, che da anni si prodigano a favore dei piu’ disagiati  ed in modo particolare William organizza delle manifestaziini dove protagonisti sono i bambini  anche bambini portatori di handicap.

Tante le aziende che hanno voluto essere presenti alla Biennale di Sicilia  con i logo Loghi: un vanto per  la Biennale ospitare tante degne persone che lavorano in modo onesto ed un vanto per loro essere presenti alla Biennale  che vuole stigmatizzare  e promuovere cultura e degni progetti siciliani.

In una manifestazione cosi’ importante non potevano mancare due grandi promotori della  buona cucina siciliana: lo chef  internazionale,  siculo di nascita, Alessandro Petrillo e la pasticcera pluripremiata Rosy Greco.

Concludo questo articolo con un mio pensiero ricordando anche la data dell’inaugurazione e la location:  Palazzo Jung Via Lincoln 71  ore 16,00 inaugurazione.

La  Biennale durera’ fino a giorno 22 Novembre e si potra’ visitare  tutti i giorni, escluso il Sabato e la Domenica, dalle ore 9,00 alle 13,00 e dalle 16,00 alle 19,00.

“La Biennale sara’ un’esperienza a tutto tondo che e’ propria  dell’apprendimento creativo che soltanto l’arte sa  e puo’ dare. La Biennale vuole stigmatizzare il lavoro ed il valore di artisti e noi, come osservatori,  ci destreggeremo tra diversi modi di  guardare il mondo con gli occhi di chi ha creato queste tele e questi scatti fotografici “.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *