LA POL. ALFA GINNASTICA PRONTA A DEBUTTARE AL TROFEO DELLE REGIONI

Riprende l’attività agonistica regionale e le ginnaste della Polisportiva Alfa Catania sono pronte a tornare in pedana. Domenica prossima, nella palestra della Scuola regionale dello Sport di Ragusa, è in programma la tappa unica regionale che qualifica per la fase nazionale del Trofeo delle Regioni

da sx, Federica Magrì, Giada Musumeci, Michelle Giuffrida, Giuliana Bonaccorso, Vittoria Maugeri, Emma Oddo, Francesca Fiorenza, Claudia Magrì, Laura Uccello e Lisa Rapisarda

Riprende l’attività agonistica regionale e le ginnaste della Polisportiva Alfa Catania sono pronte a tornare in pedana. Domenica prossima, nella palestra della Scuola regionale dello Sport di Ragusa, è in programma la tappa unica regionale che qualifica per la fase nazionale del Trofeo delle Regioni.
La squadra agonistica parteciperà con tre squadre con l’obiettivo di confermare l’ottima tradizione (lo scorso anno le ragazze junior\senior hanno preso parte alle finali di Fermo conquistando un ottimo decimo posto).
In mattinata, alle ore 10:40, toccherà alla squadra Allieve della LB3, composta da Claudia Magrì, Laura Uccello, Emma Oddo e Lisa Rapisarda (queste ultime due all’esordio assoluto). Una gara che servirà a saggiare la crescita di queste piccolissime che da qualche mese fanno parte della squadra agonistica.
Nel pomeriggio, invece, con inizio alle 14,40, scenderanno in pedana la squadra Allieve LC (Francesca Fiorenza, Vittoria Maugeri e Giordana Rapisarda) e quella Junior\Senior LD (Giuliana Bonaccorso, Michelle Giuffrida, Federica Magrì e Giada Musumeci).
“Primo appuntamento agonistico del secondo semestreafferma la prof. Maria Pia Vigo, che dirige lo staff tecnico alfista, composto anche da Gianni Scardilli, Simona Ferrara, Lory Bruno, Caterina Fiducia, Miriam Pulvirenti e Marta Guttadauroe sono curiosa di osservare la crescita delle più piccole che stanno lavorando duramente e rappresentano il futuro della squadra agonistica. Il nostro obiettivo, come sempre, è dare il massimo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *