Mauri Lucchese racconta della scomparsa della “Natività” di Caravaggio

Cinquantesimo anniversario della scomparsa della Nativita’ opera di Michelangelo Merisi in arte Carvaggio. Nell’opera si potevano ammirare i Santi Francesco e Lorenzo in adorazione al Santissimo Bambino Gesu’.

73078422_539848540111807_211277146461569024_n

Intervista allo studioso del Caravaggio Mauri Lucchese.

L’immensa opera fu trafugata nellla notte tra il 17 e il 18 ottobre 1969 dall’Oratorio di San Lorenzo a Palermo e non è stato ancora recuperato. La “Natività”, il cui valore di mercato si aggirerebbe oggi intorno ai 30 milioni di euro, è inserita nella lista dei dieci capolavori più ricercati dalle polizie di tutto il mondo.Scomparsa la Nativita’ del Caravaggio da  tantissimi anni  che pensiero lei  si e’ fatto?

“Quest’opera e’ stata tolta alla nostra meravigliosa citta’ di Palermo. Caravaggio ha voluto rappresentare questo quardro iconografico con una sua personale interpretazione  quasi oserei dire ” dissacrante” ma  che io titengo appartenere a quella classicita’ di Caravaggio innata nel suo animo. In questi giorni, che ricorre  l’anniversario del trafugamento dell’opera,  si e’ detto di tutto e di piu’ ed io ritengo che la verita’ vada ricercata in quel periodo che abbraccia  gli anni sessanta e settanta dove a Palermo, regnava la politica del malaffare e della corruzione sicuramente alleata con associazioni mafiose che in quel periodo padroneggiavano”

Secondo lei dove potrebbe essere  quest’opera?

“Quest’opera e’ da ricercare in qualche citta’ della Svizzera sicuramente presso la residenza di qualche personaggio molto influente ancora oggi nella societa’ italiana…”

Lei di recente  ha dato  alcune lezioni d’arte all’UNIPOP. Ci vuole parlare di  questa sua nuova esperienza?

“Recentemente sono stato contattato dalla presidente Sandra Guddo per relazionare sulla storia dell’arte che va  dal Rinascimento fino al Caravaggio. A gennaio, sempre  all’UNIPOP, universita’ popolare di Palermo,  sita in Via Parrini, un’ eccellenza culturale che si trova in un ” difficile quartiere ” di Palermo come il CEP e Borgo Nuovo… terro’ dieci lezioni inerenti un corso di pittura: dalle prime basi fino alla realizzazione dell’opera completa.Il corso sara’ integrato con qualche nozione di storia dell’arte facendo facendo ” sposare” la parte ludica con la parte teoretica”

Lei e’ anche uno scrittore. Vuole darci le  ultime sue news?

“A fine Gennaio, primi di Febbraio sara’ presentato il mio nuovo libro dal titolo ” Abbanniaturi” dedicato ai mercati storici di Palermo che ricordiamo sono : Ballaro’, Il Capo, la Vucciria, Sant’Agostino. La copertina e’ stata realizzata con un dipinto di Vincenzo Michele Grimaldi, un’artista che io stio tantissimo; le foto all’interno del libro sono state curare dal fotografo Marco Torcivia. Sempre a Gennaio tra l’undici ed il diciasette, presso la galleria di Josephine Boni’in Via Notarbartolo a Palermo si svolgera’ la mia cinquantaquattresima  personale.Questa mostra  sara’ dedicata a Vincent Van Gogh”

Cosa ha in programma a breve?

” Insieme alla dottoressa  Chiara Fici ed al fotografo Giovanni Artale abbiamo organizzato la Biennale di Sicilia che si terra’  a Palazzo Jung, inaugurazione l’otto Novembre: 60 artisti tra pittori e fotografi da tutto il Mondo varcheranno la porta dell’antico nobile Palazzo insieme a tantissimei ospiti del mondoe dell’arte e della cultura.

75242125_478747496059582_4330027161281888256_n

inoltre sto organizzando presso l’oratorio di San Lorenzo  a Palermo, il mio terzo simposio al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica alla conoscenza della meravigliosa tela del Caravaggio trafugata negli anni  sessanta.Il simposio verra’ affiancato a delle eccellenze che mi aiuteranno in questo “viaggio” appassionato che riguarda la figura del Caravaggio. Naturalmente parleremo anche della Nativita’ e delle ultime notizie inerenti la ” scomparsa” della preziosissima tela che ricordiamo era grande  due metri per sessantotto centimetri per un metro e novantasette centimetri ed e’ stata realizzata tra il  1600 ed il 1609″.

Ricordiamo che Mauri Lucchese ha scritto un libro sul Carvaggio dal titolo “Caravaggio e dintorni”( 2018)  che si potra’ acquistare presso la libreria del mare , la libreria sciuti e la libreria IPSA sempre a Palermo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *