Meta C5, Avellino vince sotto le pendici dell’Etna

Mello, Suazo e Molitierno (portiere) sono i tre marcatori che decidono con le loro reti la sfida del PalaCatania

55f8d49c-528b-4481-b821-33dbcadf26ba

Forse la peggiore partita in due anni di Serie A per la Meta Catania di mister Salvo Samperi fra le mura del PalaCatania. Dove, in una settimana articolata da varie vicissitudini riguardanti l’impianto sportivo che ospita le gare interne della squadra di calcio a 5 etnea e qualche infortunio di troppo, la Meta cade per 3-0 contro la neo-promossa (ma ricca di giocatori di esperienza) Sandro Abate Avellino. Record di imbattibilità che decade dopo un anno, quando l’Acqua & Sapone venne a vincere sotto le pendici dell’Etna per 6-1, e prima volta in Serie A senza segnare nemmeno una rete nella propria “casa”.

Dunque, una serata completamente da dimenticare, caratterizzata da un episodio di disattenzione difensiva nel corso della prima frazione di gioco che ha portato alla rete dell’1-0 di Mello a pochi minuti dalla prima campana.

Nella ripresa la Meta sembra abbandonare il campo con largo anticipo e, Suazo prima e l’estremo difensore avversario Molitierno dopo (in fase di portiere di movimento per la Meta Catania) regalano rispettivamente le marcature che chiuderanno definitivamente i conti (3-0).

Gara da mettere da parte e testa subito alla prossima sfida esterna che vedrà i rosso-azzurri confrontarsi con Civitella, prima della sosta che vedrà le squadre tornare sui rispettivi parquet solo all’inizio di novembre.

Il gruppo c’è, è unito e compatto, ma ancora ha davvero tanto su cui lavorare considerando che molti sono volti nuovi e tanti hanno abbandonato la casacca rosso-azzurra nel corso dell’ultima sessione di calciomercato.

Sui singoli, grande prestazione per il giovane portiere Dovara, chiamato anche quest’oggi a sostituire il compagno Perez, infortunatosi lievemente ad un braccio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *