La struttura dell’Ospedale Vittorio Emanuele di Catania diventerà un polo museale

Il complesso, con la sua storia ultrasecolare, adiacente al monumentale Monastero di San Nicolò l’Arena, (sede della storica Biblioteca Ursino Recupero e di alcune facoltà dell’Università di Catania e), sarà restituito alla sua originaria bellezza ai cittadini catanesi per diventare la più grande area museale al coperto della Sicilia orientale.

osp
All’interno della struttura troveremo il museo della vulcanologia e dell’Etna, oltre alla galleria d’arte che in città non esiste. Il presidio ospedaliero di via Plebiscito è stato trasferito presso l’amministrazione dell’Azienda sanitaria Policlinico e l’ospedale San Marco nel quartiere di librino. Lontano dal caos della città.
L’accordo è stato siglato con il governatore della regione Sicilia, Nello Musumeci, con il direttore facente funzioni dell’Azienda sanitaria Giampiero Bonaccorsi e dal dirigente generale del dipartimento regionale dei Beni Culturali, Sergio Alessandro, con una convenzione della durata di quarant’anni. Presente anche l’assessore alla Salute Ruggero Razza.
Verranno demoliti gli immobili fatiscenti o di poco pregio per dare spazio alla sede del polo museale, non prima di attivare un concorso innovativo di forme di progettazione. La regione Sicilia vuole aprire, e regalare, un nuovo capitolo alla città riqualificando un intero quartiere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *