Calcio Catania, Camplone: “Stiamo lavorando per crescere fuori casa”

Nella sala conferenze di Torre del Grifo Village ha parlato il tecnico rosso-azzurro ai microfoni dei giornalisti presenti a ventiquattro ore dalla partita con il Monopoli 

t

Si è conclusa da poco la conferenza stampa pre-partita di mister Andrea Camplone, alla vigilia della sfida esterna contro il Monopoli. Queste in sintesi le parole del tecnico etneo.

“Non siamo preoccupati dal punto di vista mentale riguardo i tre calciatori che sono fuori rosa. Abbiamo affrontato il problema e lo stiamo risolvendo. Sulle prossime sfide, stiamo preparando ogni partita di settimana in settimana e stiamo facendo fronte alle emergenze. La squadra si è allenata con serenità in questi giorni e stiamo lavorando per poter fare molto meglio in trasferta, visto che fino ad ora, a parte la gara di Avellino, non abbiamo fatto benissimo fuori da Catania. Scienza ha fatto bene l’anno scorso e sta facendo un buon lavoro anche quest’anno con il Monopoli; è un avversario ostico ma noi lavoriamo per battere chiunque e stiamo andando alla ricerca di un atteggiamento più battagliero fuori casa. Adesso ci sarà un filotto di quattro gare difficilissime fra cui tre sfide in trasferta nelle prossime quattro e, degli ottimi risultati fuori casa cambierebbero sicuramente la classifica in positivo per noi. Su Rizzo, non è ancora al massimo e non ha i novanta minuti ma si sta lavorando per farlo rientrare a pieno regime. Sulle principali caratteristiche dei nostri prossimi avversari, siamo consapevoli che il Monopoli sfrutta bene il quinto di centrocampo ed è una squadra molto solida in ogni reparto con grandi calciatori di esperienza per la categoria. Non dobbiamo né partire sconfitti né sottovalutare l’avversario e poi chi gioca meglio sul campo torna a casa con la vittoria. Ad oggi non ho mai pensato di schierare assieme sia Di Piazza che Curiale, entrambi se giocassero nello stesso momento si troverebbero in difficoltà e questo regalerebbe due calciatori agli avversari. A Monopoli troveremo un campo in erba e non in sintetico come a Potenza e questo aspetto anche se può sembrare secondario diventa fondamentale ai fini del match. Dobbiamo approcciare bene la gara e provare a portarla a casa”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *