Sicula Leonzio, parla il direttore Mignemi dopo la chiusura del calciomercato

Queste le dichiarazioni del direttore sportivo della società bianconera a pochi giorni dalla fine della sessione estiva di calciomercato

639a6c0d-7601-4dbf-8f2c-e677bb7f343d

Si è svolta presso la sala stampa del Sicula Trasporti Stadium di Lentini la conferenza del direttore sportivo della Sicula Leonzio Davide Mignemi, il quale ha risposto alle domande dei giornalisti presenti. Queste in sintesi le dichiarazioni del DS.

“Parto col dire che per me è stata una fortuna quella di non aver giocato la seconda partita con il Teramo perché ci ha messo nelle condizioni di poter lavorare al meglio in questi ultimi giorni di calciomercato. Spesso con le partite durante queste fasi della stagione non si riesce a lavorare con la massima serenità. Abbiamo una squadra completamente diversa rispetto a quella dell’anno scorso, considerando le 19 operazioni in entrata e le 10 in uscita. Il gruppo, lo sapete, è giovane ed abbiamo preferito insieme al presidente Leonardi puntare su ragazzi che possano costruire da qui la loro futura carriera. Ecco perché abbiamo deciso di non andare a rinforzare la rosa con gente di esperienza. La scorsa stagione mi ero prefissato come obiettivo i Play-off e per la prima volta in sette anni che sono qua alla Sicula Leonzio, non sono riuscito a raggiungere la meta prefissata ad inizio stagione. In questo campionato appena iniziato, invece, sappiamo che ci sono molte squadre blasonate e sarà dura ogni partita, quindi il nostro obiettivo per il 2019/2020 sarà quello di agguantare una salvezza tranquilla, poi chissà, se tutto dovesse andare bene si vedrà con il passare delle settimane. Grieco è un ottimo allenatore completamente diverso rispetto a coloro che sono passati nelle scorse stagioni e non posso fare parallelismi perché non ce ne sono. Sulla situazione del calcio siciliano, siamo consapevoli che non è delle migliori. Noi siamo orgogliosi di essere insieme al Catania in terza serie, ma non è bello vedere società come Palermo, Siracusa e Messina, per esempio, in determinate situazioni; anche per questo noi abbiamo in rosa molti calciatori siciliani, proprio per portare avanti promettenti calciatori isolani in modo che possano costruirsi una carriera da piazze delle nostre zone. Sugli impianti sportivi, invece, non è certamente delle migliori. Ci si augura che comunque prima o poi si possano risolvere anche queste situazioni. Per concludere, sulla partita di questo weekend contro la Paganese, siamo consapevoli che non sarà una gara semplice visto che loro si sono rinforzati molto e non sono più quelli di qualche stagione fa. Noi ovviamente vogliamo vincere per regalarci la prima vittoria stagionale davanti il nostro pubblico”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *