Calcio Catania, continuano le presentazioni dei nuovi arrivati con Pinto e Lele Catania

Si è svolta a Torre del Grifo Village, presso la sala conferenze la presentazione di altri due protagonisti etnei della stagione sportiva 2019/2020

IMG_0193

Continuano le presentazioni dei nuovi arrivati in casa Catania. Quest’oggi a Torre del Grifo Village è stato il turno di Giovanni Pinto ed Emanuele Catania, entrambi già in campo nel corso della sfida contro l’Avellino nella prima giornata di questo Girone C di Serie C. Ecco in sintesi le dichiarazioni dei protagonisti e dell’amministratore delegato del Calcio Catania Pietro Lo Monaco. 

Lo Monaco: “Continuiamo a presentare i nuovi arrivati nel nostro gruppo con Giovanni Pinto e Lele Catania. Purtroppo stiamo ritardando con le presentazioni a causa dei tempi stretti che non ci hanno permesso di poterli far apparire tutti prima dell’inizio del campionato. Con Pinto abbiamo preso un ottimo terzino capace di di dare solidità e spunti alla nostra difesa. Lo avete già visto all’opera domenica sulla stessa fascia di Di Molfetta ed ha messo in campo un’ottima prestazione. Emanuele, invece, è un ottimo calciatore e tifoso del Catania che finalmente ha coronato il suo sogno di poter indossare la maglia rosso-azzurra. Sapete che non guardo la carta d’identità e nonostante i 38 anni può anche andare in doppia cifra così com’è riuscito a fare l’anno scorso con la maglia del Siracusa. Sulla partita di domenica, abbiamo giocato bene e sono soddisfatto della gara dei ragazzi vista sul campo di Avellino. Certo, a fine gara quando sono passato negli spogliatoi mi sono arrabbiato per i tre gol subiti. Tutti arrivati durante fasi in cui avevamo il pieno controllo di gioco, sia dal punto di vista del risultato che di supremazia in campo. Dobbiamo migliorare mentalmente perché le tre reti subite sono frutto di un calo di concentrazione. La stanchezza la posso concepire, è normale che anche gli avversari facciano il loro gioco durante i novanta minuti, ma ovviamente dobbiamo essere più bravi di loro per non crollare psicologicamente. Sul mercato, come anticipato ieri durante la puntata su Globus Television di Calcionate, abbiamo ceduto Pecorino al Milan ed il ragazzo si trasferirà a Milano con la formula del prestito con diritto di riscatto. In più, vi dico che se il Milan lo volesse riscattare, a noi spetterebbe anche una percentuale sulla futura rivendita. Siamo, infatti, orgogliosi del nostro settore giovanile che continua a sfornare ottimi futuri talenti come lo stesso Di Stefano ceduto alla Sampdoria la scorsa stagione. Dobbiamo ancora lavorare sui trasferimenti in uscita prima di giorno 2; si devono sistemare calciatori come Brodic e Liguori che lasceranno almeno momentaneamente la maglia rosso-azzurra. Le condizioni dello stadio Massimino per la gara di domenica contro la Virtus Francavilla sono buone, in grado di poter disputare serenamente una partita di pallone. Non abbiamo potuto giocare la prima partita con le nuove divise presentate qualche settimana fa perché stiamo ancora attendendo che la Givova c e le mandi. Speriamo di poterle mostrare alla nostra gente il prima possibile”. 

IMG_0196

Pinto: “Sono felice di essere a Catania, è una piazza talemnte importante che non si può rifiutare. Ad Avellino abbiamo messo in campo un’ottima prestazione nonostante non siamo ancora al top della forma. Dobbiamo continuare a lavorare per non cullarci più com’è successo ad nell’ultima gara dove abbiamo subito tre gol nel nostro momento migliore. Con il mio compagno di fascia Di Molfetta mi sto trovando davvero bene con tutto ciò che era la prima volta in carriera che giocassimo assieme. Abbiamo cominciato bene la stagione con sei gol, ma dobbiamo fare molto di più se vogliamo agguantare l’obiettivo”. 

IMG_0195

Lele Catania: “Per me essere qui è aver coronato il sogno di una vita. La possibilità di venire a Catania c’era già stata ma non ci avevo mai creduto fino in fondo. Ho inizato a giocare da ragazzino alla Meridiana prima di abbandonare inizialmente il pallone per motivi scolastici. La mia fortuna fu, una volta ripreso, di passare all’Acireale dove ho avuto modo di disputare una bella carriera e di vincere sei campionati nel corso degli anni. Spero di dare un forte contributo alla squadra e cercherò di ripetermi a suon di gol anche se sarà davvero difficile. Sono a completa disposizione del tecnico sia per fare cinque minuti che un tempo intero”. 

Catania che adesso giocherà domenica alle 17:30 al Massimino dove affronterà la Virtus Francavilla nella seconda giornata di questo campionato e nel primo match casalingo della stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *