A Taormina andrà in scena la “Carmen” di Georges Bizet

Dopo le splendide emozioni di due anni fa con Aida di Giuseppe Verdi,  e della scorsa estate con Tosca di Puccini, tutto è pronto per andare nuovamente in scena anche quest’anno. Carmen, opera in quattro atti di Georges Bizet, al Teatro Antico di Taormina il 21 e il 24 Agosto 2019.

p250mbEEHckM8Mx8OFnq

Presso la suggestiva cornice del teatro Antico di Taormina, nelle giornate del 21 e 24 Agosto 2019, andrà in scena la Carmen, per la regia di Antonio De Lucia, Direttore d’orchestra Gianna Fratta, l’Orchestra e Coro Taormina Opera Stars, con il Direttore artistico Davide Dellisanti.

Carmen è un’opèra-comique di Georges Bizet in quattro atti (o quadri, come vengono chiamati dal compositore), su libretto di  Henri Meilhac e Ludovic Halèvy.

Tratta dalla novella omonima di  Prosper Mèrimèe (1845), vi apporta delle modifiche salienti tra cui l’introduzione dei personaggi di Escamillo e Micaela, e il carattere di Don José, che nel romanzo viene descritto come un bandito rozzo e brutale.

La sua prima rappresentazione avvenne all’Opéra-Comique di Parigi il 3 marzo 1875. Inizialmente l’opera non ebbe grande successo, così che Bizet, morto tre mesi dopo la prima rappresentazione, non poté vederne la fortuna.

Simulazione-locandina-1

La trama racconta di una coloratissima e gioiosa carovana di migranti e contrabbandieri che giunge alle porte di Siviglia esibendosi in balli e canti popolari, sotto gli occhi di un gruppo di sfaccendati soldati che fingono di mantenere l’ordine. Tra questa gente vive una stravagante e sensuale gitana Carmen. José, un giovane e pacifico soldato di origine brasiliana, ammaliato dalla sua bellezza se ne innamora perdutamente e per lei prima diserta, poi offuscato dalla gelosia affronta in duello Escamillo, un equivoco ma affascinante torero arabo. José arriverà fino alla dannazione per conquistare la zingara, spezzando il cuore di Micaela, la giovane e dolce infermiera che accudisce la madre e che avrebbe dovuto sposare, ma Carmen, pur amandolo, non sarà disposta a perdere la sua libertà, neanche se questo significherà morire. Specchio dei protagonisti è una coppia di fidanzatini che, in cerca di un posto tranquillo dove fare l’amore, si apparta sulle mura di cinta della città e da qui inizia ad osservare la chiassosa carovana accampata di sotto. La fidanzatina riconosce in quella gente qualcosa di familiare e scena dopo scena – nel ripercorrere la storia della Carmen di Bizet – la giovane coppia, quasi vittima di un incantesimo, finirà per identificarsi completamente con i personaggi.

Appuntamento da non perdere nell’antica cavea di Taormina, da sempre uno dei capolavori più rappresentati al mondo, con il mezzosoprano, Sanja Anastasia che darà vita al personaggio di Carmen e Don Josè, interpretato dal tenore  Dario Di Vietri.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *