Catania: Preolimpico Volley, tutto da pronostico in questa seconda giornata

L’Olanda schianta il Kenya nel pomeriggio e, in serata, le Azzurre superano senza difficoltà il Belgio in tre set (25-17, 25-16, 25-16)

1

Seconda giornata di Preolimpico al Palacatania, dove anche quest’oggi è andato tutto secondo i pronostici della vigilia. Infatti, alle 18:00 l’Olanda senza difficoltà con un sontuoso 3-0 ha battuto e messo fuori dai giochi le nove volte campionesse d’Africa del Kenya; alle 21:15, invece, le nostre ragazze Azzurre, con lo stesso parziale, eliminano dalla corsa verso Tokyo 2020 il Belgio, sconfitto nella giornata di ieri dalle orange.

Questa sera la compagine del CT Mazzanti ha convinto e, rispetto anche alla gara di ventiquattro ore prima, l’avversario era nettamente più ostico rispetto alle africane. Nessun problema, dunque, nell’archiviare la pratica Belgio, anche se adesso passa tutto dalla sfida da dentro o fuori di domani sera contro l’Olanda.

La classifica, infatti, vede le Azzurre e le orange con lo stesso numero di punti, e dunque sarà tutto deciso domani sotto le pendici dell’Etna nella seconda gara di giornata.

2

Addentrandoci invece sulla gara  appena conclusa, abbiamo visto una Nazionale italiana attenta ed abbastanza compatta sia in fase offensiva, dove forse nel secondo e nel terzo set è stata sprecata qualcosa di troppo nonostante il parziale nettamente a favore, sia in fase difensiva dove si sono viste risposte più che positive in vista della gara di domani sera.

Sulle singole da sottolineare le ottime prestazioni della Egonu, la quale in battuta ha servito degli Ace consecutivi determinanti ai fini del cospicuo vantaggio nel corso della prima parte di gara; grande match anche da parte della numero 10 Chirichella, quest’oggi insuperabile sia in fase di muro sia in occasione dei contrattacchi. Premio per migliore in campo però, se mai si assegnasse, sicuramente andrebbe alla Malinov per la lodevole prestazione mostrataci nel corso di questa sfida, non tanto intensa ma ricca di giocate in ripartenza e di numerosi attacchi della nazionale Belga annullati con recuperi al cardiopalma. La giocatrice di origine bulgara, questa sera, è risultata essere il perno portante della nazionale italiana, capace di dare un grosso contributo alle compagne in ogni situazione di gioco.

Come ieri, adesso è il momento di un meritato riposo e poi solo un obiettivo, conquistare Tokyo 2020 nella super sfida contro l’Olanda in programma domani sera al Palacatania.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *