Trashitout è la risposta all’inciviltà e al malcostume

Si chiamano Trashitout e sono la risposta concreta all’inciviltà  ed al malcostume dilagante che sporca spiagge e giardini pubblici.

Screenshot_20190710-154428_Gallery

Intervista a Giovanni Pagano, Leader del gruppo di volontari, giovanissimi ragazzi che hanno a cuore  Palermo  e cercano,  con il loro progetto sociale, di tenere puliti luoghi. Commento anche del famoso architetto  Ciro Lo Monte

Come  e perche’  vi e’ venuto in mente di realizzare questo progetto che racchiude un importante significato sociale?

“Ci chiamiamo Trashitout e abbiamo a cuore la nostra amata città, Palermo. La nostra iniziativa si basa sulla voglia di migliorare le condizioni dell’ambiente a noi circostante, ambiente sociale e culturale, ambiente di vita e di possibile sviluppo, a partire dal gesto concreto, speriamo esemplare e contagioso, della pulizia di alcuni spazi”.

Giovanissimo si’ e dimostrato degno e con lui  tantissimi ragazzi che spinti dall’amore per  la terra sicula hanno ripulito la rosea spiaggia di mondello la  spiaggia di noi palermitani. Come avete avuto questa idea?

“L’idea nasce dalla consapevolezza dell’enorme potenziale che Palermo, e in generale la Sicilia, possiede. La sua storia millenaria unita ad una tradizione unica la rendono un mosaico di culture la cui bellezza rende invidiosi chiunque. Eppure ogni giorno ci rendiamo conto sempre di più della mancanza di attenzione nei confronti di questo patrimonio culturale. Lo abbiamo notato al Foro Italico quando, passeggiando lungo la costa, abbiamo trovato numerosi rifiuti. O nella spiaggia di Mondello quando il numero di mozziconi di sigarette superava quello dei bagnanti”.

  Che progetti adesso?

“Io (Giovanni Pagano), Sofia Amato e Francesca D’Angelo, raccogliendo un briciolo di coraggio adolescenziale, dopo aver lanciato un appello su Instagram ed aver formato un gruppo whatsapp, siamo riusciti ad organizzare un’attività di pulizia della spiaggia di Mondello attraverso l’aiuto di 30 liceali. Ci sono bastate due ore e mezza di lavoro per differenziare più di 15 sacchi di spazzatura e raccogliere numerosissime cicche. In tantissimi si sono complimentati inviandoci messaggi di supporto e permettendoci di ottenere maggiore visibilità attraverso vari articoli di giornale”.

Screenshot_20190710-154436_Gallery

Pensate quest’inverno di ripulire anche   dei giardini o zone di verde  in quartieri degradati dando cosi’ esempio di dignita’ ?

“Non soddisfatti però dei risultati ottenuti abbiamo continuato la promozione dei nostri eventi attraverso il nostro principale mezzo di comunicazione, Instagram, che ci permette di rimanere in contatto con i nostri ormai numerosissimi supporters.

La creazione della pagina “trashitoutpal” ha riscosso grande successo così come la promozione della prossima attività che si svolgerà Giovedì 11 Luglio alle 18:30 al Foro Italico, con particolare attenzione al lungo mare. Fiduciosi nell’amore dei nostri coetanei nei confronti della salvaguardia del patrimonio culturale palermitano, ci aspettiamo una grandissima affluenza di gente.

Il nostro obiettivo attraverso queste opere di volontariato è l’efficiente pulizia di una determinata zona e una diffusa sensibilizzazione, consapevoli che la bonifica delle coscienze comincia nella propria casa, nel cassonetto di fronte, e nel senso di appartenenza alla nostra città”.

Ciro Lo  Monte e’ un famoso architetto palermitano; da sempre lotta per la dignita’ della nostra amata citta’e per salvaguardarne il decoro. Questo gruppo di ragazzi e’ da promuovere non pensa?

“Le azioni di volontariato di giovani palermitani come Giovanni Pagano e le sue amiche liceali che hanno creato TRASHITOUT sono linfa vitale per la speranza.

C’è chi vorrebbe i giovani spenti, storditi, nomadi privi di identità, avatar del nulla persi nel mondo virtuale di playstation e social network. È vero, qualche giovane ci casca. E diventa subito vecchio. Ma sono molti di più i ragazzi con genuino spirito ribelle, che vogliono donare ordine ad una terra messa a soqquadro dall’ottusità di alcuni adulti. Quegli adulti che si sono lasciati soggiogare dalla società dei consumi e fanno fatica a percepire il valore delle cose. A cominciare da una spiaggia immacolata.

Ci sono rottamatori arroganti e presuntuosi per essenza, in quanto considerano sbagliato tutto ciò che è stato fatto prima di loro. “Bei Null wieder anfangen” (cioè “ripartire da zero”, ma proprio da zero!) era il motto degli artisti del Bauhaus nel 1919. Cento anni di sperimentazione antropologicamente mal fondata. Ci vuole invece innovazione nella continuità, separando il grano dal loglio, distinguendo i valori dagli errori dei nostri padri.

Screenshot_20190710-154441_Gallery

TRASHITOUT, questo è il tipo di rottamazione che ci piace. Ripartire dalle virtù, dal fuoco ardente dentro il cuore di questi ragazzi, che sanno sporcarsi le mani per rendere il mondo più pulito”.

Concludo questa  breve intervista  auspicando che altri gruppi di ragazzi, e non soltanto, si potranno organizzare al fine di promuovere e ottenere dei risultati concreti per rendere Palermo sempre piu’ pulita.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *