Paul McCartney, la star dei Beatles spegne 77 candeline

Happy Birthday, Paul! Oggi, l’artista della famosa band degli anni 60 “The Beatles”, compie 77 anni. McCartney è uno dei cantanti e musicisti più seguiti ed apprezzati al mondo.

imageJames Paul McCartney, è uno degli artisti più famosi e ricchi al mondo. La sua carriera non si limita solo alla musica, ma va ben oltre. È un cantautore, musicista, produttore cinematografico, attivista, pittore ed attore. Insomma, un artista a 360 gradi! È in grado di suonare più strumenti musicali, come il basso, il contrabbasso, la tromba, l’organo, il flauto e la batteria. La sua lunga carriera vanta di numerosi successi, che gli permettono tutt’oggi di esibirsi sui palchi di tutto il mondo.

Nato a Liverpool nel 1942, da madre cattolica e padre protestante, ma cresciuto con un’educazione laica.
Si avvicinò a John Lennon, altro componente della band The Beatles, quando la madre morì, a causa di un tumore. La sua passione per la musica, iniziò fin da quando era bambino, perché il padre fu anche un musicista e cercò di avvicinare i figli alla musica. La sua prima canzone fu I lost my little girl, che suonò con la sua prima chitarra, una Framus Zenith 17. In seguito imparò anche a suonare il pianoforte, scrivendo il suo secondo brano When I am sixty-four che fu poi incisa nel 1967 dai Beatles.
Nel 1957, McCartney e Lennon, formarono una band i “Quarrymen”, il cui nome in seguito fu cambiato con “The Silver Beetles”, subendo un’ulteriore cambio e diventando definitivamente “The Beatles”, mentre si trovavano ad Amburgo.
La band diventò presto popolare sia in Gran Bretagna che negli Stati Uniti, raggiungendo le 1.400 esibizioni in tutto il mondo. Il loro ultimo concerto si tenne nel 1966 negli Stati Uniti e lo scioglimento avvenne il 10 aprile del 1970. Con la morte di Epstein, l’equilibrio della band venne compromesso e Paul continuò a realizzare i suoi progetti al di fuori della band, componendo la colonna sonora del film The Family Way e canzoni per altri artisti. Cercò di coinvolgere Lennon ed Harrison a tornare alle radici, ma Lennon rifiutò. Il successo dei Beatles
si ebbe soprattutto grazie a Paul McCartney che ha composto le canzoni diventate poi tra le più famose della sua carriera nella band come Yesterday, Michelle, Yellow Submarine, Let it Be (uscita poche settimane dopo l’addio di Paul ai Beatles), Hey Jude, Penny Lane. Dopo lo scioglimento dei Beatles, entrò a far parte di una nuova band, che riscosse molto successo, i Wings, i cui componenti erano la moglie Linda, il batterista Denny Seiwell, il chitarrista Denny Laine e più avanti si aggiunse un altro chitarrista, Henry McCullough.
I Wings si sciolsero dopo la morte di Lennon, perché Paul decise di non tenere concerti per un po’ per il timore di essere ucciso l’amico. Nel 1983, riprese a lavorare con George Harrison
e Ringo Starr, riscuotendo nuovamente successo e scalando le classifiche.
Nel 1988 fu anche ospite al festival di Sanremo. L’anno successivo diede il suo primo tour “The Paul McCartney World Tour”, con la sua nuova formazione. Durante il suo tour a Liverpool, rende omaggio a John Lennon, eseguendo alcuni pezzi.
images
Nel 1991, diede un concerto acustico mandato in onda su MTV Unplugged, un programma che trasmette concerti di musicisti famosi in forma acustica. Durante il tour per l’album Unplugged, assistette a Napoli a un concerto al teatro Tenda Palapartenope. Nel 1993 seguì un altro tour mondiale con l’album Paul is Live. Dopo il tour, si impegnò insieme Starr ed Harrison per il progetto dei Beatles, chiamato Anthology, una raccolta di documentari e di inediti. Nel 1997, la Regina Elisabetta II gli conferì il titolo di Cavaliere e Paul pubblicò il suo nuovo album Flaming Pie.
Nel 1997 e nel 1998, realizzò due progetti sperimentali, chiamati Rushes. Una volta terminato il progetto, sospende la sua carriera musicale fino al 1999, per la morte della moglie Linda.
Nel 1999 si cimentò come pittore, esibendo i suoi quadri a Monaco di Baviera e in altri Paesi.
Nel 2001 McCartney promosse l’evento The Concert for New York City, per le vittime dell’attacco terroristico dell’11 settembre. I successivi tour si sono tenuti in Europa, Messico, Giappone. Nel 2002 si sposò per la seconda volta, con Heather Mills (dalla quale si separò nel 2006, affrontando dei problemi legali) dalla quale ha avuto una figlia.
Paul-McCartney-1967-July-20-with-pets-GettyImages
Nel 2003 tenne un concerto a Roma, nell’arena del Colosseo (Tour Back in The World) e lo stesso anno si esibisce in Russia, a Mosca, tornando poi nel 2004 per tenere un concerto a San Pietroburgo. Nel 2005 uscì il suo nuovo album, Chaos and Creation in the Backyard, che richiama lo stile dei Beatles. Nel 2007, uscì l’album Memory Almost full e Paul cambia casa discografica, abbandonando la EMI. Nel 2007 venne premiato come Ultimate Legend a Liverpool durante la consegna dei premi MTV Europe. Nel 2008, pubblicò l’album Electric argument, realizzato in soli 13 giorni. Nel 2010 scrive la canzone I want to come home con Dario Marianelli, compositore italiano e il 1° giugno gli viene consegnato da Obama, il premio Gershwin Award presso la Biblioteca del Congresso di Washington.
Nel 2011 si esibì nuovamente in Italia, a Bologna e a Milano per il suo On the run tour.
Nel 2012 pubblicò un altro album, Kisses on the bottom al quale collaborò anche Stevie Wonder. Lo stesso anno si esibì davanti al Buckingham Palace, in occasione del 60 anno del regno della Regina Elisabetta II e poi allo Stadio Olimpico di Londra chiudendo la cerimonia dei Giochi della XXX Olimpiade. Si esibì anche al concerto dedicato alle vittime dell’uragano Sandy, con una performance inedita. Nel 2013, tenne un altro concerto in Italia, a Verona, per l’Out there tour pubblicando New un nuovo album di inediti. Nel 2014 vinse il premio Grammy Award, in seguito duettando con Ringo Starr in Queenie Eye esibendosi nuovamente per il The Night That Changed America: A Grammy Salute to The Beatles, in occasione del 50 anniversario del primo spettacolo dei Beatles. Organizza un’altra tournée, ma questa volta in Cile, Costa Rica e Perù.
Nel 2015 incise un singolo con la cantante Rihanna, esibito durante i Grammy Awards e Il 4 maggio dello scorso anno è stato promosso Companion of Honour dalla Regina Elisabetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *