Calcio Catania, Lo Monaco: “Con me il Catania non morirà due volte”

Torna a parlare il Calcio Catania e lo fa con l’AD Lo Monaco, il quale ha risposto alle domande dei giornalisti presenti in sala conferenze questa mattina

de9e6cbe-7ccf-4990-a9d7-8db8f1ae8e4e

Si è svolta questa mattina alle 12:00, presso la sala conferenze di Torre del Grifo Village, la conferenza stampa da parte dell’amministratore delegato del Calcio Catania Pietro Lo Monaco dopo quest’ultimo periodo, di circa quattro mesi, dove non è trapelata alcuna dichiarazione da parte della società etnea. Tanti gli argomenti toccati dall’AD in risposta alle domande dei numerosi giornalisti accolti il sala.

Queste le dichiarazioni di Pietro Lo Monaco.

“La conferenza stampa di quest’oggi ero doverosa, soprattutto perché stavo riscontrando ancora una volta gli stessi comportamenti della stagione 2011/2012 quando decisi volontariamente di andare via da Catania. Nel 2019 la nostra società è solida e forte. Frutto di un lavoro che in questi tre anni abbiamo svolto nel migliore dei modi rimboccandoci le maniche per risanare una società che nel 2016 si trovava sull’orlo del fallimento. Nonostante le difficoltà economiche abbiamo preso 55 giocatori in tre anni ed abbiamo ottenuto 154 punti sul campo, anche se non sono bastati per ottenere il salto di categoria. Ad  oggi il Catania è forte e lo riscontriamo anche nei rapporti con le altre società. Al mio ritorno la situazione era disastrosa, ma vi posso assicurare che con me il Catania non morirà due volte. Potranno passare anche anni ma voglio riportare questa squadra dove merita di stare”.

Sulla stagione appena conclusa: “C’è tanto rammarico per non esser riusciti a salire in Serie B nemmeno quest’anno. Soprattutto perché ancora una volta siamo stati eliminati in semifinale e senza perdere nemmeno una partita, a causa del nuovo regolamento istituito per questi Play-Off da parte della Serie C. Nella gara di ritorno contro il Trapani (terminata per 1-1) siamo stati in grado di mettere in difficoltà i padroni di casa anche in 8 uomini e, francamente, credo che siano abbastanza opinabili le tre espulsioni ricevute in quella giornata, soprattutto in una gara da dentro o fuori come quella. Ovviamente, come spesso ho anche detto in questa ed altre sedi, non sta scritto da nessuna parte che il Catania debba salire per forza. Ma è giusto che ogni anno abbia l’obbligo di provarci e, noi stiamo già lavorando in vista della prossima stagione sportiva”. Ho un solo rammarico per quest’anno appena concluso, a causa dei troppi impegni non riuscivo sempre ad esser presente, ma si fa quel che si può”.

Sulla stagione 2019/2020 e sulla situazione della Serie C: “Siamo pronti per ripartire e abbiamo già le idee abbastanza chiare. Subito dopo l’eliminazione con il Trapani abbiamo già cominciato a pensare alla prossima annata”.

Sulla Serie C: “Il Presidente della Serie C non può permettersi un altro anno rocambolesco come quello appena trascorso. Non credo che ci saranno problemi nel cominciare la stagione 2019/2020”.

In chiave mercato: “Posso assicurarvi che Curiale, Di Piazza, Manneh e Calapai resteranno sicuramente con noi. Con gli altri, invece, la situazione è ancora da chiarire e lo faremo nel momento in cui verranno prese le decisioni finali in merito al tecnico”.

Sull’allenatore: “Nei prossimi giorni incontreremo Sottil per chiarire la situazione e tirare le somme su questa stagione e successivamente vi aggiorneremo”.

Sulla possibilità di vedere nuovamente Lucarelli sulla panchina del Catania: “Assolutamente No”.

Prossimo appuntamento con la stampa, come sottolineato dallo stesso Lo Monaco, previsto per la presentazione dei primi (e nuovi) calciatori che andranno a rinforzare la rosa in vista del prossimo campionato di Serie C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *