Si conclude il 9° festival del fumetto e della cultura pop Etna Comics

Il 9° festival internazionale del fumetto e della cultura pop che si è svolto dal 6 al 9 Giugno al Centro Fieristico Le Ciminiere di Catania, ha superato sé stesso, un successo che ha coinvolto migliaia di persone provenienti da ogni dove.

b0d5fa6946621334fe591b6492fcf2566f9e10cf5eac98cb2496dbcb68bb80b8

Un plauso ad Antonio Mannino, Direttore generale e artistico del festival ed al suo intero staff, un’organizzazione curata nei minimi dettagli che ha permesso ad adulti, bambini, anziani, giovani e disabili di partecipare con gioia e serenità a questa nona edizione.

La locandina dell’evento, realizzata dal famoso illustratore Simone Bianchi, rappresenta GAMMAZZITA, una giovane ragazza che (nella leggenda catanese), pur di non assecondare il desiderio di possesso da parte di un giovane soldato francese, preferisce non concedere il proprio corpo decidendo, nella disperazione, di farla finita buttandosi in un pozzo. Così l’evento di EtnaComics, attraverso il suo manifesto, e non solo, diventa simbolo di lotta contro la violenza sulle donne, ormai scenario di quotidiane cronache di follia a cui la società diventa una lettrice passiva.

I frequentatori del Festival in soli quattro giorni hanno avuto la possibilità di assistere a circa 300 eventi, con centinaia di ospiti originari da ogni parte del globo. Mostre, sfilate, work shop, concerti, conferenze, première cinematografiche si sono susseguite, amalgamandosi tra gli odori degli “ormoni” della gioventù presente e gli interessi degli over 50 ormai un po’ vintage.

E per coloro che conducono un’esistenza nell’anonimato o che semplicemente vogliono giocare un po’ con la serietà della vita, ad Etna Comics vi è la magia del Cosplay: giovani ragazzi che interpretano abitudini e costumi di personaggi famosi nell’ambito dei fumetti e della cultura pop, che grazie alle loro performance ed ai loro abiti vengono  fermati dai passanti per uno scatto ricordo.

Alle Ciminiere di Catania per Etna Comics la fantasia prende forma, un evento che ogni anno cresce sempre di più diventando l’orgoglio di questa città, che stanca di sentire solo lamentele si attiva realizzando eventi di importanza internazionale.

La chiusura dell’evento lascia un po’ di vuoto nell’animo dei ragazzi ai quali non resta che aspettare trepidamente l’edizione del 2020 sperando in una crescita ancora più considerevole e ricca di novità.

9bac1f16a92d874aca306b876ce7e4c72c04a5eb7bec0f0981b1d0a1996b8257

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *