STRAORDINARIO SUCCESSO DELLA LISTA SLP-CISL ALL’ELEZIONE

La lista della CISL, rappresentata dal Coordinatore Nazionale Maurizio Affatigato, conquista ben 18 seggi sui 30 disponibili ed accresce ulteriormente il proprio consenso rispetto le precedenti elezioni

52602644_2154191724676626_6864761961385558016_n

Importante vittoria elettorale per la SLP-CISL alle elezioni per il rinnovo dei Delegati del Fondo Poste (Fondo di previdenza complementare per i dipendenti di Poste Italiane). La lista CISL del comparto Poste, rappresentata dal Coordinatore Nazionale Maurizio Affatigato e dal segretario territoriale di Palermo e Trapani, Filippo Micali, ha conquistato infatti ben 18 seggi sui 30 disponibili, con un consenso superiore al 60% dei votanti: “Uno straordinario risultato – commenta Maurizio Affatigato – ancora più grande se si considera che il numero di votanti complessivi ha superato quota 39mila. Un dato in controtendenza rispetto ad altre forme di partecipazione diretta – conclude il Coordinatore Nazionale – che premia, ancora una volta, l’impegno ed il lavoro svolto sul territorio dai dirigenti, dai rappresentanti e dai tanti volontari della nostra Organizzazione”. Dello stesso avviso il segretario di Palermo e Trapani Filippo Micali, che aggiunge: “Le vittorie non arrivano mai per caso, ma sono il frutto e la risultante di un grande lavoro fatto dagli uomini e dalle donne che credono negli ideali di questa grande organizzazione”.

La SLP CISL ha ottenuto oltre 23mila preferenze (23.498) e raggiunto il 60,7% dei consensi: un dato superiore alle precedenti elezioni sindacali dove la lista si era “fermata” al 54%, con 16 delegati eletti. La tornata elettorale per il rinnovo dei delegati all’Assemblea del Fondo Poste, conferma quindi la CISL come principale organizzazione sindacale di Poste Italiane. Seguono la lista Uniti per Cambiare con il 16% dei consensi (5 delegati eletti); la SLC-CGIL, che ottiene l’11,83% dei consensi (4 delegati) e UIL-Poste con l’11,41% (3 delegati).

Il rinnovo dei delegati al Fondo Poste (vero e proprio salvadanaio per i dipendenti iscritti al fondo complementare), consentirà alla maggioranza SLP-CISL in Assemblea di regolare uno dei principali strumenti di tutela per i lavoratori e le lavoratrici di Poste Italiane non soltanto dopo il meritato collocamento a riposo lavorativo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *