Catania Calcio, 180 minuti per la verità e per il futuro

I rossazzurri sperano di poter centrare quantomeno il terzo posto, per farlo però dovranno chiudere bene la stagione e guardarsi dal Catanzaro

nov

180 minuti. Solo questi separano il Catania dalla conclusione della stagione. Tre partite che serviranno a mister Novellino per rodare la squadra in vista dei playoff, capire quelli che sono i limiti di una squadra che avrebbe, almeno sulla carta, potuto vincere il campionato e perché no, testare qualche sorpresa da lanciare proprio in ottica seconda fase. Le insidie sono sempre dietro l’angolo. Oltre alle formazione del girone C infatti i playoff nei turni successivi potrebbero regalare al Catania accoppiamenti ardui contro compagini che, nei gironi A e B, speravano anch’esse almeno inizialmente di salire da prime della classe.

In tal senso, per quanto tenere il terzo posto sarebbe fondamentale, Novellino dovrà e potrà sfruttare queste gare per testare i suoi uomini e per provare anche nuove idee tattiche, perché dai playoff non si può più sbagliare. Bisognerà inoltre definire alcune gerarchie: da Pisseri e Bardini in porta fino agli attaccanti. Inoltre sarà fondamentale l’innesto, appena possibile, di Biagianti in un centrocampo che è sembrato scarico e poco di gamba nelle ultime uscite dei rossazzurri.

Sulla carta il calendario non porta particolari insidie: Sicula Leonzio, Cavese e Rieti. Due gare in casa, una in trasferta con tre formazioni che non concorrono ormai per grossi obiettivi. Anche se il vero ostacolo del Catania quest’anno è sembrato proprio il Catania. Bisognerà essere bravi a tirare le somme in tempo per conoscere tutte le formule necessarie per poter vincere la lotteria dei playoff. E per farlo bisognerà in primis guardarsi allo specchio e affrontare il nemico più grande: se stessi.

Nel frattempo i rossazzurri dovranno guardare anche al cammino del Catanzaro che, con i 3 punti che verranno presi dalla virtuale sfida col Matera, punterà al terzo posto. La sensazione è che gli uomini di Auteri e quelli di Novellino si daranno battaglia fino all’ultima giornata, con i rossazzurri che, almeno sulla carta, dovrebbero però avere un calendario un po’ più semplice rispetto ai rivali, che chiuderanno il campionato contro la seconda della classe Trapani. Dovrà essere bravo Novellino a dosare le forze, mantenere alta la concentrazione e soprattutto provare più soluzioni possibili in vista dei playoff.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *