“Sogno di una notte di mezza estate” al Teatro ABC

Lo spettacolo, penultimo appuntamento della stagione di prosa “Turi Ferro”, andrà in scena sabato 13, domenica 14 e venerdì 26 aprile

4P4A1880

 La celebre commedia di William Shakespeare, “Sogno di una notte di mezza estate”, sbarca al Teatro ABC di Catania nel nuovo adattamento di Massimiliano Bruno, che ne cura anche la regia. Quattro i coprotagonisti d’eccezione: Stefano Fresi, Violante Placido, Paolo Ruffini e Augusto Fornari. Lo spettacolo, penultimo appuntamento della stagione di prosa “Turi Ferro”, organizzata da ABC Produzioni, andrà in scena sabato 13 (ore 17.30 e ore 21), domenica 14 e venerdì 26 aprile.

Scritta intorno al 1595, “Sogno di una notte di mezza estate” è la più famosa tra le opere di argomento comico del grande drammaturgo inglese. Una commedia che è un vero e proprio teorema sull’amore, ma anche sul nonsense della vita degli uomini, che si rincorrono e che si affannano per amarsi; che si innamorano e si desiderano senza spiegazioni; che si incontrano per una serie di casualità di cui non sono padroni.

La trama principale si snoda attorno alle vicende amorose di Ermia, Lisandro, Elena e Demetrio, le cui avventure sentimentali sono complicate dall’entrata in scena di Oberon (interpretato da Augusto Fornari) e Titania (Violante Placido), re e regina delle fate che, servendosi di un folletto di nome Puck (Paolo Ruffini), creano scompiglio ai sentimenti degli amanti.IMG_6899

Mito, fiaba e quotidianità si intersecano, senza soluzione di continuità, nell’originale e moderna versione del noto testo shakespeariano firmata da Massimiliano Bruno.

“Quello che voglio da questo spettacolo – spiega il regista nelle sue note – è tirare fuori la dimensione inconscia che Shakespeare suggeriva neanche troppo velatamente. Puntellare con l’acciaio la dimensione razionale imprigionata nelle regole e nei doveri bigotti e rendere più libera possibile quella onirica, anarchica e grottesca. E così il nostro bosco sarà foresta, patria randagia di zingari circensi e ambivalenti creature giocherellone”.

In questo adattamento, Puck diventerà un violinista che non sa suonare, Bottom (Stefano Fresi) un pagliaccio senza palcoscenico, Oberon un antesignano cripto-gay e Titania una ammaestratrice di bestie selvagge.

“L’intenzione – prosegue Massimiliano Brunoè essere affettivi senza essere affettuosi, ferire per suscitare una reazione, divertire per far riflettere, vivere nella verità del sogno tralasciando la ragione asettica e conformista. Un ”Sogno di una notte di mezza estate” che diventa apolide e senza linguaggio codificato. Semplici suoni e immagini che sono meravigliose memorie senza mai essere ricordi”.

Sul palco anche i comici Maurizio Lops, Rosario Petix, Dario Tacconelli e Zep Ragone; gli innamorati Sara Baccarini, Alessandra Ferrara, Antonio Gargiulo e Tiziano Scrocca; Daniele Coscarella nei panni di Teseo e Annalisa Aglioti nel ruolo della fata. Scene e costumi sono firmati da Carlo De Marino; le musiche da Roberto Procaccini.

La programmazione teatrale della stagione “Turi Ferro” all’ABC di Catania si chiuderà a maggio (dal 23 al 26) con Silvio Orlando, protagonista di “Si nota all’imbrunire”; un testo di Lucia Calamaro che ne firma anche la regia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *