Successo di pubblico per “Concetto al buio” di Guglielmo Ferro

Gesù Cristo, giustiziato sul patibolo per le colpe della natura umana, come esempio di sacrificio estremo che conduce consapevolmente alla morte. L’essere umano deve accettare le sue sofferenze come espiazione dei propri peccati, anche quelli non commessi.

7

 

Gesù Cristo, giustiziato sul patibolo per le colpe della natura umana, come esempio di sacrificio estremo che conduce consapevolmente alla morte. L’essere umano deve accettare le sue sofferenze come espiazione dei propri peccati, anche quelli non commessi.

I responsabili del peccato originale hanno condannato ogni singola anima per l’eternità.

Cristo è morto in croce per noi, liberandoci dai nostri peccati, quasi fosse una forma di tacito suicidio, eppure, chi si dà la morte per porre fine ai propri tormenti, viene ancora considerato come un cristiano che non rispetta la propria fede.

Peccati, calvario, sofferenze, abusi fisici, violenze mentali, pedofilia, tutto quanto c’è di torbido e di impuro nella chiesa e nelle nostre dinamiche familiari nonché sociali, sono il filo conduttore dello spettacolo CONCETTO AL BUIO di Rosario Palazzolo, messo in scena da Zo con l’impeccabile e coinvolgente Regia di Guglielmo Ferro.8

Una pièce teatrale, in un atto, intensa, scandita dai ritmi crescenti della disperazione umana.

Quando i sogni di un adolescente vengono sporcati e deturpati dall’ “orientamento sessuale” di un prete che non riesce a frenare i propri impulsi sessuali e la propria malsana ed irrefrenabile necessità di possedere fisicamente un fanciullo si ha lo specchio della nostra società tristemente ipocrita.

Salvare le apparenze, non far parlare la gente, nascondere il peccato e l’abuso subito, questo è quanto accade ancora oggi in una Sicilia contorta e mal trattata.

Ed ecco che un diario diventa un confidente, l’unico punto di contatto tra il nostro Dio e la sua anima pura, spaventata, abbandonata.

“C’è da qualche parte un posto dove la verità è vera”?6

Un tema delicato, quello della pedofilia, ultimamente affrontato anche dalla Chiesa in modo esplicito e chiaro, nel tentativo di smascherare e condannare i lupi che divorano e sbranano senza vergogna le proprie vittime.

Alla ricerca della vera verità anche Papa Francesco che invita coloro che abusano dei minori, a convertirsi, a consegnarsi alla giustizia umana e prepararsi a quella divina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *