Ma Musica Arte, Luca Briasco presenta “Elevation” di Stephen King

Per la rassegna “Leggo. Presente indicativo”, lo scrittore e editor romano presenta l’ultimo romanzo del celebre scrittore americano da lui tradotto in italiano

Luca Briasco_Elevation_Stephen King

Appuntamento letterario giovedì 14 marzo, alle 20.30, alla Birreria del MA di Catania, il club di via Vela da 14 anni palcoscenico privilegiato per la musica e per la variegate arti dell’intrattenimento e della cultura. Per la rassegna “Leggo. Presente indicativo”, lo scrittore romano, e editor di letteratura straniera, Luca Briasco presenta “Elevation” di Stephen King, edito da Sperling & Kupfer, da lui tradotto in italiano. Conduce Giuseppe Lorenti, legge Manuela Ventura, selezioni musicali di Renato Judoboy Mancini.
Luca Briasco, americanista, traduttore ed editor narrativa straniera Minimum Fax. Insieme a Mattia Carratello ha curato “La letteratura americana dal 1900 a oggi” (Einaudi 2011). È stato editor per Einaudi Stile Libero e precedentemente direttore editoriale di Fanucci, ha ideato la collana AvantPop, pubblicando come primo titolo la raccolta “Schegge d’America. Nuove avanguardie letterarie”. Briasco ha tradotto diversi autori statunitensi e britannici, fra cui: Joe R. Lansdale, Howard Marks, Paul Harding, Richard Powers, Jim Thompson, J.G. Ballard, Daniel Mendelsohn. Dal 2018 è il traduttore italiano di Stephen King. Nel 2016 ha pubblicato per Minimum fax “Americana. Autori e storie dell’America contemporanea”.
In “Elevation”, uscito lo scorso ottobre, in un racconto di rara intensità, che è anche un omaggio ai suoi maestri, Stephen King si prende la libertà, più che legittima, di dare una possibile risposta alle tristi derive del nostro tempo. “Elevation” vanta una storia avvincente, straordinariamente inquietante e commovente su un uomo la cui misteriosa patologia unisce una piccola città, una storia tempestiva e ottimista sulla ricerca di un terreno comune nonostante le profonde differenze. Sebbene Scott Carey, il protagonista delle storia, non sembri diverso, sta costantemente perdendo peso. Ci sono anche un paio di altre cose strane. Pesa allo stesso modo con i vestiti indosso e senza, non importa quanto siano pesanti. Scott non vuole essere esaminato e punzecchiato, ma vuole comunque che qualcun altro lo sappia e così si fida del dottor Bob Ellis. Nonostante la preoccupazione, Scott si sente felice, come non era da molto tempo, tanto euforico da provare a rimettere le cose a posto, nella sua Castle Rock. Tanto, da provare a riaffermare il potere della parola sull’ottusità del pregiudizio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *