Ma Musica Arte, le “Canzoni contro la disattenzione” di Marina Rei e Paolo Benvegnù

Sul palco del MA l’unione fra canzone d’autore e rock con il progetto
condiviso tra i due cantautori. Segue dj set di Antonio Vetrano e Riccardo Marchese, in Birreria selezioni di Antonio Maugeri

Paolo Benvegnù_Marina Rei 2 foto Laura Penna

Sabato 9 marzo al MA di Catania, il club di via Vela da 14 anni palcoscenico privilegiato per la musica e per la variegate arti dell’intrattenimento, grazie alla collaborazione fra il MA e Rocketta, sarà ancora una grande notte dove rock e canzone d’autore si incontrano per una felice sinergia. Sul palco due grandi cantautori e musicisti, Marina Rei e Paolo Benvegnù, che portano al MA di Catania il loro progetto condiviso “Canzoni contro la disattenzione in Box” che unisce due dei più raffinati e sensibili artisti del panorama italiano. Un concerto con una scaletta ricca di canzoni di Benvegnù, di canzoni della Rei, di alcune canzoni della canzone d’autore italiana scelte insieme dai due artisti.
Dopo il concerto il dancefloor sarà di matrice rock con i dj’s Antonio Vetrano e Riccardo Marchese, mentre in Birreria le selezioni saranno del dj Antonio Maugeri.
Marina Rei e Paolo Benvegnù. Si intitola “Canzoni contro la disattenzione” il progetto che unisce due dei più raffinati e sensibili artisti del panorama italiano: Marina Rei e Paolo Benvegnù. «L’idea è stata quella di pensarci all’interno di un mondo in cui l’attenzione verso le cose, verso il senso delle cose sta venendo meno e allora perché non fare un concerto poeticamente di protesta: “Canzoni contro la disattenzione” ha a che fare proprio con questo, riappropriarci anche del significato della parola e non della parola stessa, perché mi sembra che ultimamente, anche nel mondo della canzone, le parole siano un po’ svuotate del loro senso», ha spiegato Benvegnù.
«Un concerto con una scaletta abbastanza ricca, ricca di canzoni di Paolo, di canzoni mie, di alcune canzoni della canzone d’autore italiana che abbiamo scelto, ci sarà l’inedito che abbiamo scritto», controbatte Marina Rei. Il tour, nato per i palcoscenici estivi, prosegue nei club al chiuso (acquisendo la coda in Box) in maniera più succinta, minimale, intima: «Io e lui con la chitarra, è bellissimo, le nostre voci con la chitarra è qualcosa di bello di ricco, ognuno porta l’acqua al suo mulino», scherza Marina Rei.
Benvegnù e Rei avevano già collaborato nel 2012 scrivendo insieme il brano “I fiori infranti” e dopo varie collaborazioni la voglia di un progetto insieme. «“Canzoni contro la disattenzione” è un concerto dove finalmente non tutto è perfetto, correte a vedere la bellezza dell’imperfezione e del fallimento alle volte», conclude Benvegnù.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *