R.I.P. Karl Lagerfeld celebre imprenditore della moda

Karl Lagerfeld ci ha lasciati all’età di 85 anni, stilista e designer tedesco, noto per la direzione creativa di Fendi e Chanel e spettacolare leggenda nel fashion system.

c41de012-3439-11e9-8120-600d00fde6d4_K1VCIQZ31820-kucF-U11202278157350CjG-1024x576@LaStampa.it

Karl Lagerfeld uno dei più grandi nomi della moda si è spento stamani a Neully-Sur-Seine, a pochi chilometri da Parigi, sarebbe deceduto a causa di un cancro al pancreas, a darne notizia il magazine francese Closer.

Famoso per gli occhiali scuri e lo stile stravagante, è stato direttore artistico di Fendi, Chanel e Chloè. Ha avuto una sua etichetta e nonostante il successo non ha disdegnato le collaborazioni con i colossi del low cost: per H&M ha firmato nel 2001 una collezione a edizione limitata andata a ruba in due giorni. Dal 2010 ha firmato per quattro stagioni le collezioni di Hogan, per cui ha ripensato i modelli classici del brand, sneakers e ballerine. Nel 2006 ha lanciato una collezione casual uomo-donna, K Karl Lagerfeld, che includeva T-shirt e blue jeans.

053040411-52c1c199-d10e-4ee0-b843-ab3285c810a1

Karl ha vestito pop star come Kylie Minogue e Madonna. Claudia Schiffer è stata la sua modella preferita degli anni ’80-’90, Kaia Gerber l’ultima musa. Il docufilm cerca di fare luce nelle pieghe degli episodi privati dello stilista e svelarne la personalità. Lagerfeld possiede una collezione di 50mila libri (ha aperto una libreria nel ’99 a Parigi) e modi di relazionarsi agli altri da imperatore come suggerisce il suo soprannome.

Lagerfeld, nato il 10 settembre 1933 ad Amburgo, stava male da due settimane ed è deceduto in un ospedale di Parigi, secondo fonti vicine a Chanel. Le sue condizioni si erano aggravate negli ultimi giorni.

Soprannominato “il Kaiser della moda”, Lagerfeld aveva saltato due sfilate di Chanel durante la settimana della moda di Parigi, il 22 gennaio; e la casa di moda aveva motivato la sua assenza solo con la “stanchezza”.

PARIS, FRANCE - MARCH 04:  Fashion Designer Karl Lagerfeld and model Cara Delevingne appear at the end of the runway during the Chanel show as part of the Paris Fashion Week Womenswear Fall/Winter 2014-2015 on March 4, 2014 in Paris, France.  (Photo by Francois Durand/Getty Images)

Trasferitosi a Parigi nel 1953, vinse nel 1955 un concorso per un cappotto sponsorizzato dal Segretariato Internazionale della Lana e gli fu assegnato un posto da Pierre Balmain. E successivamente ottenne un premio di vestiti sponsorizzato da Yves Saint Laurent.

Nel 1974 fonda il suo brand, Lagerfeld, con cui lancia profumi e linee di vestiti. Nel 1983 tutto cambia. A 10 anni dalla morte di Coco Chanel gli viene chiesto di guidare la maison e di renderla nuovamente di moda. Un sodalizio di successo che rimane inalterato fino alla fine. Le sfide professionali non lo preoccupano, lui che nel mondo della moda è soprannominato Keiser Karl.

German fashion designer Karl Lagerfeld for Chanel acknowledges the public at the end of  the Spring/Summer 2013 ready-to-wear collection show on October 2, 2012 at the Grand Palais in Paris. AFP PHOTO/MARTIN BUREAU        (Photo credit should read MARTIN BUREAU/AFP/GettyImages)

Lagerfeld è stato anche un importante fotografo. Immortala artisti come Marilyn Manson, realizza campagne per Chanel e Fendi, segue progetti per Vogue, partecipa a un’edizione del Calendario Pirelli. La sua casa di Parigi è uno dei set che preferisce.

4310466_1315_karl_lagerfeld_dieta_40_kg_13_mesi

Nel 2001 perde 42 chili in meno di un anno. La sua dieta si trasforma in un libro e alla domanda perché avesse deciso di dimagrire drasticamente, eliminando dalla sua alimentazione il junk food che amava tanto, rispose che voleva indossare gli abiti di Hedi Slimane, colui che è considerato il suo successore.

Per quanto riguarda la vita privata, l’unico legame sentimentale noto di Lagerfeld è con Jacques de Bascher. Figura di spicco della Parigi notturna, il compagno dello stilista morì nel 1989.

E’ riuscito a mantenere invariato lo spirito indipendente che l’ha sempre contraddistinto nonostante le numerose collaborazioni con grandi nomi del fashion system, imprimendo al suo lavoro uno stile riconoscibilissimo. Insomma, è stato uno stilista geniale ed è per questo che lascerà un vuoto immenso nella moda.

Il mondo della moda si stringe nel dolore per la perdita di una leggenda. Chiara Ferragni nelle stories di Instagram scrive un messaggio di cordoglio: “Un grande onore essere insieme a una grande icona… Riposi in pace”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *