Rugby: Zebre, sabato sfida al Leinster

Gli Irlandesi del Leinster sono primi nel girone B del Guinness PRO14 quota 58 punti e in piena corsa verso i playoff stagionali

unnamed (2)

Gli Irlandesi del Leinster sono primi nel girone B del Guinness PRO14 quota 58 punti e in piena corsa verso i playoff stagionali. A sette gare dalla fine della stagione regolare, tre successi infatti separano Sexton e compagni dalla qualificazione aritmetica alle semifinali di Guinness PRO14, torneo che la franchgia di Dublino ha vinto la scorsa stagione sconfiggendo nella finale dell’Aviva Stadium i campioni dell’edizione 2016/17, i gallesi Scarlets.

Il cammino in Guinness PRO14 ed in EPCR Champions Cup

Docici sono le vittorie e due le sconfitte nel percorso stagionale del XV di coach Leo Cullen,, ex seconda linea proprio di Leinster e della nazionale irlandese. Alla RDS Arena di Dublino sono arrivati solo successi nella stagione del torneo celtico, mente le due sconfitte sono arrivate a Llanelli nel rematch dell’ultima finale e nel derby irlandese contro il Munster a Limerick.

Nella coppa europea Heineken Champions Cup -sollevata per la quarta volta della propria storia lo scorso Maggio nella finale di Bilbao contro i francesi del Racing Metro 92- il Leinster si è guadagnato la testa del girone con 5 successi ed una sola sconfitta, il 28-27 patito a Tolosa nel secondo turno della fase a gironi, chiusa con due successi sulle inglesi Bath e Wasps. Il 30 Marzo l’Aviva Stadium di Dublino ospiterà un altro derby, quello contro Ulster nel quarto di finale tutto irlandese.

I neroblu partecipano ininterrottamente di anno in anno alla più prestigiosa competizione europea per club sin dalla sua inaugurazione nel 1995.

L’ultimo precedente

Sabato Zebre e Leinster si ritroveranno da avversari per la prima ed ultima volta nella stagione corrente. L’ultimo precedente tra le due squadre risale alla scorsa stagione, la prima con la formula a due gironi che prevede un solo incontro contro le straniere del girone opposto. La gara di Dublino fu l’ultima sconfitta stagionale dei bianconeri, che poi inanellarono ben 4 vittorie consecutive cominciate con l’evento ovale dello Stadio Fattori dell’Aquila contro i Dragons, e passando poi per la vittoria contro Ospreys, a Treviso e contro i sudafricani Southern Kings nell’esordio casalingo della stagione 2018/19.

I giocatori chiave

Sono tanti i campioni della rosa di coach Cullen, head coach dalla stagione 2015/16.  Leinster stabilmente porta alla nazionale irlandese gran parte dell’ossatura della squadra che l’anno scorso ha vinto anche il Sei Nazioni e togliendosi la soddisfazione di superare anche gli AllBlacks a Dublino lo scorso Novembre.

Quattro sono i British & Irish Lions reduci dalla serie 2013 pareggiata in Nuova Zelanda: l’estremo Rob Kearney, il pilone Cian Healy, la terza linea Sean O’Brien e l’apertura Jonathan Sexton. Oltre a loro ci sono altri 12 nazionali nella rosa dell’Irlanda attesa a Roma domenica 24 Febbraio nel terzo turno del Guinness Sei Nazioni 2019.

I piloni Tadhg Furlong, Jack McGrath, Andrew Porter; il tallonatore Sean Cronin; le seconde linee James Ryan e Devin Toner; le terze linee Jack Conan, Rhys Ruddock e Josh van der Flier.

Tra i trequarti invece l’utility Jordan Larmour ed i centri Robbie Henshaw e Garry Ringrose.

Pochi gli stranieri ma di alto livello, tra cui l’ala neozelandese James Lowe, la seconda linea australiana Scott Fardy (39 caps coi Wallabies), il mediano neozelandese Jameson Gibson-Park e l’ala australiana Joe Tomane (17 caps coi Wallabies).

Punto di forza del club è l’Accademia che produce con regolarità quasi tutti i giocatori irlandesi che arrivano poi al professionismo vestendo la casacca della prima squadra.

Ultimi cinque precedenti

12/02/2016, Guinness PRO12: Leinster v Zebre: 52-0

28/02/2016, Guinness PRO12: Zebre v Leinster: 10-27

5/11/2016, Guinness PRO12: Zebre v Leinster: 10-33

6/01/2017, Guinness PRO12: Leinster v Zebre: 70-6

7/04/2018, Guinness PRO14: Leinster v Zebre 41-6

La storia del Leinster

Il Leinster non ha certo bisogno di troppe presentazioni. La franchigia rappresentativa dell’omonima provincia irlandese vanta ben 139 anni di storia, nonostante alcuni embrionali esperimenti societari erano già in grembo nel 1875, anno in cui si disputò il primo derby interprovinciale contro l’Ulster Rugby. Ciononostante, gli annali riportano come data ufficiale di fondazione del club il 31 Ottobre 1879 e come luogo: il civico 63 di Grafton Street, nella fattispecie un negozio di abbigliamento sportivo situato nel cuore di Dublino e conosciuto come “John Lawrence’s Rooms”, sede di un incontro tra le allora società di Wanderers, Lansdowne, Arlington School, Dublin University, Dundalk, Phoenix F.C. e Stephen’s Hospital; esito del meeting fu la decisione di unirsi sotto il nome Leinster Rugby e sotto l’effige della celebre arpa celtica. Con l’inaugurazione, nel medesimo anno, delle selezioni rugbistiche delle provincie di Munster ed Ulster e, nel 1885, anche di quella meno datata del Connacht Rugby, le quattro squadre, tuttora in vita, poterono così prendere parte al campionato interprovinciale di rugby. Con l’avvento dell’era professionistica del rugby nel 1995 e la conseguente inaugurazione dell’Heineken Cup, il Leinster ha continuativamente partecipato alla più prestigiosa coppa europea per club, sollevando il trofeo nel 2009, nel 2011, nel 2012, nel 2018 e vincendo anche la Challenge Cup nel 2013, dopo essere stato ammesso direttamente ai quarti di finale in qualità di terza miglior seconda nella fase a gironi dell’edizione di Heineken Cup della medesima stagione.

Ornano la bacheca dei trofei internazionali della squadra con sede a Dublino anche quattro titoli di campionato celtico (vinto nel 2002, 2008, 2013 e 2014) e due British & Irish Cup (2013 e 2014). Il Leinster, inoltre, è tradizionalmente la franchigia irlandese più di tutte rappresentata in Nazionale maggiore. Nell’edizione 2018 del Sei Nazioni, infatti, ben diciassette giocatori dei trentotto complessivamente convocati nel corso dei cinque incontri del torneo provenivano dal club neroblu.

La casa rugbistica della “senior squad” del Leinster è stata fino al 2006 il Donnybrook Stadium, accantonato in favore della RDS Arena, la quale, forte dei suoi circa 17 000 posti disponibili, garantisce una maggiore affluenza di pubblico negli incontri casalinghi degli Irlandesi orientali. Il club neroblu, inoltre, è solito disputare le proprie gare chiave di Champions Cup e i derby contro i rivali nazionali di Guinness PRO14 all’Aviva Stadium, la casa della Irish Rugby Football Union.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Codice di verifica *